Paolo Sorrentino prima degli Oscar: “Ho fatto questo film per tornare a mia madre”

Pubblicità
Pubblicità

“Oggi, dopo due anni di lavoro, con la cerimonia degli Oscar, si chiude il ciclo di questo film. Da mesi mi viene chiesto perché ho fatto questo film e non ho mai trovato una risposta autentica. Oggi l’ho trovata: volevo tornare, anche solo per un attimo, a questa foto. A mia madre”.

A poche ore dalla notte delle statuette, Paolo Sorrentino, candidato con È stata la mano di Dio come miglior film internazionale, posta su Instagram una foto che lo ritrae, bambino, sorridente in auto accanto alla madre. Il film è infatti il più intimo e personale del regista premio Oscar, è un viaggio a ritroso nei ricordi, nei sentimenti, nei dolori e nelle emozioni di un ragazzo che si trova ad affrontare il dramma più grande: la morte di entrambi i genitori, in un passaggio delicato come quello della scelta del proprio destino. Mentre Diego Armando Maradona, con il suo arrivo messianico, si prepara a regalare alla città il momento più epico, la vittoria dello scudetto, il giovane Fabietto dovrà capire qual è la sua strada.

Pubblicità

Pubblicità

Go to Source