Papa, migranti morti in mare “è il momento della vergogna”

Pubblicità
Pubblicità

“Vi confesso che sono molto addolorato per la tragedia che ancora una volta si è consumata nei giorni scorsi nel Mediterraneo: 130 migranti sono morti in mare. Sono persone, sono vite umane che per due giorni interi hanno implorato invano aiuto: un aiuto che non è arrivato”. Così il Papa durante il Regina Caeli in piazza San Pietro.

Migranti, le foto shock dell’ultima strage: “Noi soccorritori in mezzo a un mare di cadaveri”. L’Italia sapeva della richiesta di aiuto

Il Pontefice ha poi aggiunto: “Fratelli e sorelle, interroghiamoci tutti su questa ennesima tragedia. È il momento della vergogna! Preghiamo per questi fratelli e  sorelle e per tanti che continuano a morire in questi drammatici viaggi. Anche preghiamo per coloro che possono aiutare, ma preferiscono guardare da un’altra parte. Preghiamo in silenzio per loro”.

L’intervista

L’Oim: “Quelle persone si potevano salvare. C’è una responsabilità politica dell’Europa divisa”

Pubblicità

Pubblicità

Go to Source