Pardo, “È il calcio, bellezza”: perché l’Italia di Paolo Rossi ha vinto i Mondiali del 1982

Pubblicità
Pubblicità

Da Bearzot a Paolo Rossi, dalle Brigate Rosse a Pertini: sport, politica e società si mescolano in questa puntata della serie “È il calcio, bellezza” sulle domande più affascinanti che accompagnano da sempre il pallone e i suoi campioni. Con l’aiuto di diverse testimonianze (da Giuseppe Bergomi a Ezio Mauro), Pardo ricostruisce la cavalcata trionfale degli azzurri nell’estate del 1982, quando Zoff alzò la Coppa del Mondo (anche) grazie ai gol di Paolo Rossi, l’eroe di Spagna scomparso il 9 dicembre scorso che ricordiamo, in questo episodio, anche attraverso le sue parole estratte da una video intervista rilasciata a Repubblica alcuni anni fa.

di Pierluigi Pardo

a cura di Pier Luigi Pisa

Riprese di Luciano Coscarella e Leonardo Meuti

Montaggio di Leonardo Sorregotti

Si ringrazia per la gentile collaborazione:

AiCS – Associazione italiana cultura sport

Campo Gerini – Polisportiva Quadraro Cinecittà

Sacchi al Subbuteo è stato estratto da “A lezione da…” di Pier Luigi Pisa

Perché un club ha vinto più di altri? Perché una nazionale fortissima ha perso un Mondiale? Perché una finale di Champions si è trasformata in un incubo? A questi e altri interrogativi sul calcio, in grado di appassionare e tormentare per anni, Pierluigi Pardo proverà a rispondere su Repubblica Tv con otto racconti di squadre leggendarie e campioni enigmatici, tutti disponibili gratis e on demand sul sito di Repubblica.

Pubblicità

Pubblicità

Go to Source