Parentopoli a 5 Stelle, si dimette la fidanzata dell’assessore Lemmetti

Pubblicità
Pubblicità

Si è dimessa la compagna dell’assessore al Bilancio, Gianni Lemmetti. Assunta come segretaria politica da Luca Montuori, titolare del dossier Urbanistica, la libraia Silvia Di Manno nel primo pomeriggio ha scritto al Campidoglio e fatto il passo indietro chiesto domenica sera dalla sindaca Virginia Raggi. Stop alla nomina passata in giunta mercoledì sera, stop alla parentopoli grillina. La 44enne di Pietrasanta, che giovedì mattina si era fatta vedere in assessorato per conoscere i nuovi colleghi e firmare il contratto che le avrebbe garantito circa 23 mila euro da qui alla fine della consiliatura, non lavorerà per il Comune.

Parentopoli al Campidoglio, Lemmetti sistema la fidanzata: ora rischia il posto

Così, sfilandosi, Silvia Di Manno potrebbe aver salvato la poltrona del fidanzato. Gianni Lemmetti era stato infatti contattato dalla prima cittadina grillina. Chiaro l’aut aut: “O la tua compagna si dimette oppure ci penso io”. Meno la risposta dell’assessore, che avrebbe provato a difendere la compagna facendo imbufalire Raggi, assente alla seduta di giunta di mercoledì e apparentemente all’oscuro della nomina.

Cinque Stelle, quando Bugani impugnava il manifesto anti nepotismo

Intanto le opposizioni continuano ad attaccare. Il Pd porterà il caso in commissione Trasparenza, mentre la Lega ha preparato un esposto da sottoporre all’attenzione della procura della Corte dei Conti del Lazio.
 

Pubblicità

Pubblicità

Go to Source