Parigi 2024 il surf a Tahiti sulle onde piu affascinanti del mondo

Parigi 2024, il surf a Tahiti sulle onde più affascinanti del mondo

La Republica News
Pubblicità
Pubblicità

Largo ai giovani. A Tokyo il prossimo anno debuttano skateboard, surf e arrampicata (climbing). A Parigi 2024, dove è prevista la parità di genere, tocca addirittura alla danza, alla breakdance. Sarà confermato lo skateboard, così come il surf: uscirannno di scena invece il baseball, poco praticato in Francia, e il karate (e questo è strano perché i francesi sono forti in quella disciplina). Poi a Los Angeles 2028 tornerà il baseball-softball, medaglie sicure per le Nazionali Usa, e resterà il surf visto che in California è praticatissimo. Una delle grandi novità è che il comitato organizzatore dei Giochi francesi ha deciso di fare disputare le gare di surf addirittura a Tahiti, Polinesia francese, Oceano Pacifico, a oltre 15.000 chilometri da Parigi. Lì infatti ci sono condizioni ideale, non per niente ci si sta allenando in questi giorni la Nazionale femminile di Francia che prepara i Giochi di Tokyo. Nell’isola di Tahiti c’è una delle onde più celebri al mondo, la famosa “Teahupo’o wave”. Teahupo’o è un villaggio della Polinesia Francese, sulla costa Sud-Occidentale di Tahiti, e il mare antistante forma onde che vanno dai 3 a 20 metri, uniche nel loro genere anche per la potenza del muro d’acqua che il surfista si trova ad affrontare, a causa della particolare conformazione della barriera corallina. Sono onde affascinanti e pericolose, ben conosciute dai campioni del surf. Il comitato organizzatore di Parigi 2024 aveva preso in considerazione anche la Bretagna e il Sud-Est della Francia poi ha scelto questa soluzione inedita nella storia dei Giochi olimpici. In Italia la Federazione Sci Nautico (www.fisw.com) del presidente Luciano Serafica, appena confermato, si occupa anche di surf: la speranza è di portare almeno un azzurro ai Giochi di Tokyo. Per questo è stato ingaggiato un autentico guru, il francese Yann Martin che segue tutti i nostri atleti sparsi in giro per il mondo (Leo Fioravanti ora si trova alla Hawaii, Claire Bevilacqua in Australia, Giada Legati a Bali…). In maggio l’ultima chance, le qualificazioni olimpiche a El Salvador.

Argomenti



Go to Source