Parla Malika Ayane: “Ragazzi, la magrezza è sopravvalutata”

Pubblicità
Pubblicità

Durante la pandemia i disturbi alimentari sono aumentati del 30%, riportando al centro del dibattito, anche di quello medico-scientifico, i temi più urgenti – in particolare per le giovani generazioni – legati a obesità, anoressia e all’ossessione per la magrezza in generale. La prestigiosa rivista medica inglese The Lancet ha inquadrato una tendenza che sembra squadernare un’inefficienza della società a dare risposta a questa emergenza: secondo un rapporto del 2020, preparato da Beat, l’ente benefico britannico per i disturbi alimentari, anche le campagne di prevenzione dell’obesità portate avanti per prevenire le molte malattie ad essa legate, e informare sui relativi rischi per la salute pubblica, possono amplificare involontariamente il rischio di disturbi alimentari.

Questo contenuto è
riservato agli abbonati

1€/mese per 3 mesi poi 5,99€/mese per 3 mesi

Attiva Ora

Tutti i contenuti del sito

5€/mese per 3 mesi poi 13,99€/mese per 12 mesi

Attiva Ora

Tutti i contenuti del sito, il quotidiano e gli allegati in digitale

Pubblicità

Pubblicità

Go to Source