Parma Lazio 0 2 i biancocelesti rovinano il ritorno di DAversa

Parma-Lazio 0-2: i biancocelesti rovinano il ritorno di D’Aversa

La Republica News
Pubblicità
Pubblicità

171118945 caaf8c64 8a04 4619 bacf 8519a57233a8

PARMA – La Lazio infila la seconda vittoria di fila e rovina il ritorno di D’Aversa sulla panchina del Parma dopo l’esonero di Liverani. Per i ducali arriva infatti il quinto ko consecutivo che li lascia al penultimo posto della classifica insieme al Torino. I biancocelesti, dopo un primo tempo abbastanza equilibrato, prendono campo nella ripresa e segnano prima con Luis Alberto e poi con Caicedo per lo 0-2 definitivo. La squadra di Inzaghi sale a quota 28.

<< La cronaca della partita >>

Primo tempo equilibrato

D’Aversa, per il suo ritorno a Parma, ritrova Gervinho dal 1′ e con lui davanti schiera Cornelius e Kurtic. Per Inzaghi la coppa offensiva è formata da Immobile e Caicedo. Parte forte la Lazio come a voler sorprendere subito il Parma, ma la difesa ducale tiene e anzi Sohm ha la chance di colpire ma spreca dal limite. I biancocelesti tengono maggiormente il pallino del gioco, ma quando i padroni di casa ripartono si rendono pericolosi. Come al 26′ quando ci vuole un super Reina per cancellare un gol di testa di Cornelius che sembrava ormai fatto. Alla mezz’ora tocca a Sepe superarsi e dire di no a Caicedo. Quindi tegola per D’Aversa: si infortuna Valenti e al suo posto deve entrare Balogh. Nel finale del primo tempo solo Lazio con le incursioni di Marusic, un tentativo da fuori di Immobile, ma soprattutto con un pericoloso colpo di testa di Caicedo che da ottima posizione non inquadra la porta.

La sblocca Luis Alberto

A inizio ripresa D’Aversa leva dal campo anche Osorio, non al meglio, e fa esordire l’esterno Ricci. Con una difesa sempre più rimaneggiata e inesperta, gli avanti della Lazio hanno vita più facile e Ciro Immobile ha l’occasione per segnare ma, solo davanti al portiere, lo salta e si porta la sfera sul fondo. Grossa occasione anche per Acerbi quando, dopo un corner, Sepe esce a vuoto, la porta resta sguarnita e lui in spaccata col sinistro manda il pallone largo. Ma il gol è nell’aria per la Lazio e arriva al minuto 55: Lazzari recupera palla e attacca a destra, quindi assist per Luis Alberto che la piazza col destro.

La chiude Caicedo

La Lazio adesso è in totale controllo, mentre il Parma non riesce più ad attaccare. Dopo un’ora di gioco altra occasione per gli ospiti quando Immobile serve Luis Alberto che tutto solo davanti a Sepe calcia sul fondo col destro. D’Aversa tenta il tutto per tutto inserendo Inglese per Brugman, mentre Inzaghi concede il giusto riposo a Luis Alberto e mette dentro Akpa Akpro. Al 67′ in pratica il match si chiude: gran palla di Immobile per Milinkovic che scavalca con un tocco Sepe e Caicedo deve solo spingere la sfera in gol per il 2-0 biancoceleste. Il Parma non ha più la forza per reagire, mentre la Lazio amministra e si porta a Roma tre punti preziosi.

Parma-Lazio 0-2 (0-0)
Parma (4-3-3): Sepe, Busi, Bruno Alves, Osorio (1′ st Ricci), Valenti (34′ pt Balogh), Hernani, Brugman (18′ st Inglese), Sohm (30′ st Mihaila), Kurtic, Cornelius, Gervinho. (77 Rinaldi, 3 Pezzella, 17 Dezi, 37 Camara, 93 Sprocati, 32 Brunetta, 18 Cyprien, 34 Colombi). All. D’Aversa
Lazio (3-5-2): Reina, Luiz Felipe, Acerbi, Radu, Lazzari (39′ st Patric), Milinkovic-Savic, Leiva (26′ st Cataldi), Luis Alberto (20′ st Akpa Akpro), Marusic (39′ st Anderson), Caicedo (26′ st Pereira), Immobile. (71 Alia, 14 Hoedt, 13 Armini, 16 Parolo, 18 Escalante, 94 Muriqui, 55 Furlanetto). All.Inzaghi
Arbitro: Pairetto di Nichelino

Reti: nel st 10′ Luis Alberto, 22′ Caicedo
Recupero: 2′ e 3′
Angoli: 6-5 per la Lazio
Ammoniti: Busi, Brugman, Hernani, Balogh e Akpa Akpro per gioco scorretto.


Go to Source