144703731 12b1a070 6475 4829 be2c 48f5d8a6b297 1

Parma-Udinese 2-2: Okaka e Nuytinck rispondono a Cornelius e Kucka

La Republica News
Pubblicità
Pubblicità

144703731 12b1a070 6475 4829 be2c 48f5d8a6b297 1

PARMA – Nonostante i due peggiori attacchi del campionato, Parma e Udinese regalano gol e spettacolo al Tardini pareggiando 2-2. Un punto che sa di beffa per i ducali, in doppio vantaggio all’intervallo grazie a Cornelius e Kucka su rigore. Nella ripresa la rimonta friulana firmata da Okaka e Nuytinck. Si complica così la rincorsa alla salvezza degli emiliani: il Torino ora dista 6 punti.

<< La cronaca della partita >>

Gervinho fuori per scelta tecnica

Scelte importanti di D’Aversa che esclude per scelta tecnica Gervinho, nemmeno in panchina. Per lo stesso motivo out anche Kurtic. Gotti invece perde Deulofeu, ma si consola con il recupero lampo di Pereyra. Dopo il minuto di silenzio per ricordare Bellugi, nemmeno il tempo di ultimare la fase di studio che la partita entra subito nel vivo: passano appena 120 secondi e Cornelius finalizza di testa un perfetto cross dalla sinistra di Pezzella. Un gol liberatorio sia per il Parma che non segnava in casa addirittura dallo scorso 25 ottobre 2020, sia per il gigante danese, ancora a secco in campionato. Pur senza le fiammate di Gervinho, è il miglior Parma della stagione: i ducali meriterebbero un rigore per un evidente fallo in area di Walace su Karamoh, Irrati lascia proseguire ma non può che indicare il dischetto quando alla mezzora Becao falcia in area l’indiavolato Mihaila. Dagli 11 metri Kucka supera Musso che pure aveva intuito la traiettoria.

Gotti indovina i cambi

Udinese troppo brutto per essere vero, così Gotti subito dopo l’intervallo si gioca le carte Nestorovski e Molina, ma le vere sostituzioni vincenti arrivano al quarto d’ora quando il tecnico dei friulani inserisce Okaka e Ouwejan per gli impalpabili Llorente e Zeegelaar. L’ex attaccante delle giovanili della Roma ci mette un paio di minuti a trovare il gol con un perfetto stacco di testa su un delizioso assist di De Paul. Poi all’80’ il terzino olandese, a cui era stato annullato il 2-2 pochi minuti prima, pennella una grande punizione in area su cui arriva la spizzata vincente di Nuytinck. Finita? Tutt’altro. Nei 10 minuti finali Nestorovski fa la barba al palo di testa, poi Gagliolo spreca un comodo tap-ìn sotto porta e, in pieno recupero, Cyprien sfiora l’incrocio dei pali dal limite. Un pareggio giusto e spettacolare che tuttavia serve a poco al Parma, che poteva superare il Cagliari a accorciare il distacco dal Torino terzultimo, ora a +6. Bicchiere decisamente pieno per gli ospiti, che però perderanno per squalifica Zeegelaar e soprattutto Pereyra nel prossimo match contro la Fiorentina.

PARMA-UDINESE 2-2 (2-0)
Parma (4-3-3):
Sepe, Conti, Bani, Gagliolo, Pezzella (34’st Laurini), Kucka, Brugman (25’st Cyprien), Hernani (21’st Grassi), Karamoh (21’st Man), Cornelius, Mihaila (34’st Alves). (34 Colombi, 2 Iacoponi, 17 Zirkzee, 19 Sohm, 24 Osorio, 32 Brunetta, 42 Busi) All.: D’Aversa.
Udinese (3-5-2): Musso, Becao (1’st Molina), Nuytinck, Samir, Stryger Larsen, De Paul, Arslan (42′ Makengo), Walace (1’st Nestorovski), Zeegelaar (21’st Ouwejan), Llorente (15’st Okaka), Pereyra. (96 Scuffet, 31 Gasparini, 14 Bonifazi, 21 Braaf, 29 Micin, 87 De Maio) All.:Gotti.
Arbitro: Irrati di Pistoia.

Ammoniti: Brugman, Cornelius, Zeegelar, Bani, Mihaila, Musso, Hernani, Conti, De Paul, Man, Pereyra.
Angoli: 3-2 per il Parma.
Recupero: 1′ e 5′.


Go to Source