Per 11 anni si finge poliziotto con la compagna: lei chiama in questura, scopre la verità e lo denuncia: ora è accusato di usurpazione di titolo

Pubblicità
Pubblicità

Un uomo è riuscito a fingersi poliziotto per undici anni, ingannando la sua compagna fino a che non è stato scoperto dalla Polizia di Stato, quella vera. La donna si era rivolta al commissariato di Monopoli per lamentare la condotta del suo ex-compagno che, durante la loro relazione si era accreditato come agente in servizio alle volanti della Questura di Bari.

L’uomo non aveva accettato la fine del rapporto e sottoponeva la donna a pressioni tali che l’hanno spinta a rivolgersi a quelli che credeva fossero i colleghi del suo ex compagno.

Si è così accertato che l’uomo aveva usurpato la qualità di pubblico ufficiale e gli è stata perciò contestata la violazione amministrativa prevista dal reato di “usurpazione di titolo”. E’ stata avviato un procedimento presso la Prefettura di Bari e l’uomo rischia una sanzione che va da 154 euro a 929 euro.

Pubblicità

Pubblicità

Go to Source