Perché faremo la terza dose

Pubblicità
Pubblicità

Ci faremo la terza dose. Ce la faremo nonostante l’Oms richiami alla solidarietà con quei Paesi, i più poveri, che non hanno nemmeno raggiunto, in media, il 2% di copertura della popolazione. Nonostante persino tra noi ricchi, in media, le persone immunizzate siano circa il 58%. E nonostante Nature, la Bibbia della scienza europea, tuoni che è una baggianata, e che si ritorcerà contro di noi; perché accaparrarci tutte le dosi e far egoisticamente viaggiare il virus nei Paesi a basso reddito stimola la nascita di varianti (la Delta indiana docet) che colpiranno sulla Quinta di New York come a Malibù, Piccadilly Square, Boulevard Saint-Germain, o Piazza della Scala mettendoci tutti in pericolo.

Questo contenuto è
riservato agli abbonati

1€/mese per 3 mesi poi 5,99€/mese per 3 mesi

Attiva Ora

Tutti i contenuti del sito

5€/mese per 3 mesi poi 13,99€/mese per 12 mesi

Attiva Ora

Tutti i contenuti del sito, il quotidiano e gli allegati in digitale

Pubblicità

Pubblicità

Go to Source