Piacenza, porta le figlie in vacanza in Africa e le fa infibulare: arrestato

Pubblicità
Pubblicità

PIACENZA – Ha portato la sua famiglia – la moglie e le due bambine – nel suo paese d’origine, in Africa, durante il periodo estivo, e prima del rientro in Italia, a Piacenza, dove risiedono, ha sottoposto le piccole alla pratica dell’infibulazione. E’ il caso su cui sta indagando la Procura di Piacenza: a segnalare il caso delle bambine mutilate negli organi sessuali sono stati i medici dell’Ausl locale, che recentemente hanno visitato le bambine scoprendo quindi i danni dell’antico rituale che sfregia le giovani donne nel corpo e nell’anima e che è vietata e punita dal codice penale italiano anche se il reato è commesso fuori dai confini nazionali.

Questo contenuto è
riservato agli abbonati

1€/mese per 3 mesi poi 5,99€/mese per 3 mesi

Attiva Ora

Tutti i contenuti del sito

5€/mese per 3 mesi poi 13,99€/mese per 12 mesi

Attiva Ora

Tutti i contenuti del sito, il quotidiano e gli allegati in digitale

Pubblicità

Pubblicità

Go to Source