Pnrr, Carfagna risponde a Sala: “Il piano per il Sud è un’opportunità anche per il Nord”. Il sindaco: “Il problema sono i bandi”

Pubblicità
Pubblicità

MILANO – Botta e risposta social tra la ministra per il Sud e la Coesione Territoriale Mara Carfagna e il sindaco di Milano Beppe Sala. Su “Caro Beppe, il Pnrr ‘al Sud-Sud-Sud’ è un’opportunità anche per il Nord. L’innovazione facciamola insieme. Parliamone!”, ha scritto su Twitter Carfagna –  accompagnando il proprio messaggio con l’hashtag#SeCresceIlSudCrescelItalia – rispondendo al fuori onda del sindaco in cui il sindaco di Milano in uno scambio con il presidente della Regione Lombardia Attilio Fontana lamentava un eccesso di concentrazione delle risorse del Pnrr al Sud.

Carfagna: “Nuovi asili nido e 100 mila occupate in più, il Pnrr aiuterà il Sud a colmare il divario di genere”

Parole a cui ha a sua volta replicato Sala con un lungo post sui propri canali social. “Destinare al nostro Sud il 40 per cento delle risorse italiane è una giusta, incontestabile decisione. Quello che, invece, a mio avviso si può discutere è che sul restante 60 per cento i bandi a volte funzionano con parametri che tendono ancora a favorire le aree più arretrate. Per cui è certo che alla fine al Sud andranno più del 40 per cento delle risorse”, ha scritto il sindaco. “Ognuno la può pensare come vuole – prosegue la replica di Sala -, ma il mio non è egoistico campanilismo. È ora di dire che il Pnrr non sarà la soluzione di tutti i nostri mali, che più della meta’ di quelle risorse dovranno essere restituite, che la solidità dei progetti presentati è quindi fondamentale. E che la difesa delle ragioni del Nord non la si fa indossando felpe ma essendo bravi nel progettare e nel ‘fare cose'”. “C’è un consolidato del Paese, che e’ un’attitudine alla spesa pubblica in una maniera che storicamente non ha favorito lo sviluppo di tutte le zone: esattamente questo è il rischio da evitare”

Pubblicità

Pubblicità

Go to Source