Porto di Trieste, la polizia con gli idranti sgombera i 300 manifestanti no Green Pass

Pubblicità
Pubblicità

TRIESTE – E’ cominciato lo sgombero dei manifestanti che stazionano davanti al Varco 4 di Trieste. Alcuni mezzi della polizia sono giunti al presidio davanti al Varco 4 dall’interno del Porto. I manifestanti, circa 300 e 30 portuali, li hanno attesi seduti dall’altro lato del Varco lungo la strada intonando “La gente come noi non molla mai” e “Libertà”.

I poliziotti sono scesi dai mezzi in tenuta antisommossa, un funzionario li ha più volte invitati a disperdersi “in nome della legge” poi sono stati azionati gli idranti. “Non siamo violenti, toglietevi gli scudi”, “Arretrate” “Pace, amore e libertà”. Così hanno urlato i manifestanti ai poliziotti schierati in tenuta antisommossa al varco 4 del porto di Trieste.

Il presidio al Varco 4 del porto di Trieste di alcuni lavoratori portuali assieme ai manifestanti va avanti da venerdì mattina: è da lì che hanno tenuto conferenze stampa e offerto cibo e bevande a chi partecipava alla protesta ‘no Green pass’. Stamattina stavano iniziando a liberare e pulire la postazione.  L’obiettivo, hanno spiegato al megafono mentre i presenti cominciavano ad allontanarsi dal varco per riunirsi un pò più avanti lungo la strada, era quello di garantire l’accesso libero al porto “come abbiamo sempre fatto”. Una decisione presa anche in vista del possibile sgombero forzato.

Pubblicità

Pubblicità

Go to Source