Premier, Kane si scatena: e Conte batte Guardiola. City cede 3-2 in casa con il Tottenham

Pubblicità
Pubblicità

LONDRA – Aveva solo un’arma, il Tottenham di Antonio Conte, per far deragliare l’incontrastata corsa dello schiacciasassi Manchester City. Ovvero, Harry Kane, lì davanti a tutti, a “compasso”, a squarciare l’altissima difesa dei boys di Guardiola, grazie al suo baricentro di classe, forza e filtranti lunghi 50 metri.

Un’arma letale, perché proprio da Kane nascono i tre gol che hanno fatto clamorosamente trionfare gli Spurs all’Etihad, nel tempio dei citizens, che qui non perdevano dal 30 ottobre scorso (contro il Crystal Palace) e che da allora in casa ne avevano vinte 10 su 10 (e 14 nelle ultime 15 partite complessive, oltre a un pareggio).

Questo contenuto è
riservato agli abbonati

1€ al mese per 3 mesi, poi 5,99€ per 3 mesi

Attiva Ora

Tutti i contenuti del sito

3,99€ a settimana,prezzo bloccato

Attiva Ora

Tutti i contenuti del sito, il quotidiano e gli allegati in digitale

Pubblicità

Pubblicità

Go to Source