Prete denunciato a Pisa: “Ha speso 60mila euro per rifarsi casa con l’ok del vescovo”

Pubblicità
Pubblicità

Un nuovo caso che riguarda un sacerdote turba la Toscana, dopo la vicenda dei festini a base di sesso e droga di don Francesco Spagnesi finito i domicliari, e il caso del prete sopreso nel weekend a comprare cocaina nella pineta dello spaccio in Versilia e segnalato alla prefettura. Un sacerdote di San Miniato, nel Pisano, è stato denunciato per appropriazione indebita da alcuni membri del Consiglio affari economici delle parrocchie di cui è reggente.

Prete arrestato a Prato, tutti i soldi sottratti alla chiesa nei conti della Curia: le cifre anno per anno

Gli contestano spese per oltre 60mila euro per la ristrutturazione dell’alloggio personale dove avrebbe fatto tre bagni, comprato una cucina da 9mila euro e impegnato oltre 50mila euro in lavori edili. Grave che il vescovo Andrea Migliavacca, denunciano inoltre i querelanti, “non solo continui a sostenere il parroco ma anzi in presenza di alcuni fedeli ha sostenuto, in una registrazione acquisita alla querela,  che si sarebbe potuto spendere di meno ma che ormai è andata così”.

Versilia, prete fermato con cocaina in auto segnalato alla prefettura. Il sacerdote a rapporto dal vescovo

Pubblicità

Pubblicità

Go to Source