Previsioni meteo, la neve non attacca: arrivano sole e caldo

Pubblicità
Pubblicità

(www.ilmeteo.it) Varese, festa di San Valentino, nevica e ci sono 0°C…passano un paio di giorni ed il sole scalderà la città oltre i 15°C. Sbalzi termici eccezionali al Nord che introducono una nuova fase: dopo la neve di San Valentino arriva il febbraprile, il mese di febbraio che si traveste da aprile con un anticipo di primavera da Nord a Sud.

E’ previsto un vero e proprio ribaltone con differenze di temperatura tipiche delle zone continentali del centro-est Europa. In Pianura Padana tra giovedì e venerdì torneranno massime sui 15°C, con punte al nord-ovest di 20-22°C; al centro-sud picchi di 20°C, anche tra Toscana e Lazio e fino alla Capitale.

Un clima stravolto in Italia, una nuova fase calda primaverile che ruggisce subito, a poche ore dalla Neve di San Valentino: ma cosa sta succedendo? I cambiamenti climatici sono sempre più intensi e durante la nevicata del 14 febbraio ci siamo accorti di qualcosa di strano: la neve è risultata ‘sconfitta’ dalla pioggia in quasi tutte le città del Nord in pianura.

E’ verosimile che a causa del riscaldamento globale la temperatura a Milano o Torino non sia riuscita a scendere a 0°C durante le precipitazioni più intense: abbiamo avuto neve mista a pioggia, nevischio, debolissimi fiocchi umidi ma l’attecchimento è stato pressoché nullo. Senza il riscaldamento globale (in Italia siamo intorno a +1.5°C rispetto all’era preindustriale, dati ufficiali Ispra) avremmo avuto 10/15 centimetri di neve in città. Insomma nel 1880 Garibaldi in visita a Milano avrebbe trovato strade coperte da un soffice manto bianco, a parità di perturbazione.
Il sito www.iLMeteo.it conferma dunque il ribaltone termico dei prossimi giorni, dalla neve di San Valentino ai fiori primaverili, un aumento sensibile delle temperature che porterà un’anomalia di 10°C a 850 hPa, a circa 1500 metri: tale anomalia farà velocemente fondere un po’ di neve sulle montagne, ma le piste da sci saranno perfette per settimane dopo i 50 cm di neve fresca caduta negli ultimi 2 giorni. La neve fusa sarà comunque manna dal cielo per le falde idriche del nord, gravemente assetate dopo la siccità dell’inverno 2021-2022.

In sintesi, per fare chiarezza, ci attendono giornate in prevalenza soleggiate fino al weekend, un po’ di nuvolosità insisterà solo nelle prossime ore all’estremo Sud con rovesci anche forti: per il resto tornerà un’alta pressione regina, dominante, protagonista su gran parte dell’Europa occidentale ed inizierà il febbraprile, un lungo periodo con temperature più tipiche di aprile che del mese corrente.

NEL DETTAGLIO

Mercoledì 16. Al nord: soleggiato salvo nubi basse in pianura padana e locali nebbie, gelate al mattino. Al centro: giornata in prevalenza soleggiata, più fredda al mattino. Al sud: residuo maltempo su Puglia, Calabria e Sicilia con rovesci anche forti fino al primo pomeriggio.

Giovedì 17. Al nord: bel tempo salvo locali nebbie o nubi basse su Liguria e Triveneto. Al centro: giornata soleggiata e più calda, molte nubi in Sardegna. Al sud: sereno o poco nuvoloso.

Venerdì 18. Al nord: tante nuvole in pianura, sole sui monti. Al centro: soleggiato e caldo per il periodo. Al sud: primavera con sole prevalente.

Tendenza: Da sabato sera veloci rovesci al Nordest, stabile altrove, ma con tante nuvole, anche domenica soprattutto al Sud.

Pubblicità

Pubblicità

Go to Source