Previsioni meteo, nuvole e pioggia a Santo Stefano ma bel tempo a Capodanno

Pubblicità
Pubblicità

L’Aeronautica militare prevede, fino alla mezzanotte di oggi, 26 dicembre, al Nord molto nuvoloso sulla Liguria con piogge in rapida intensificazione ed estensione all’Emilia-Romagna e, dal pomeriggio, anche alle coste del Veneto e del Friuli Venezia Giulia. Parzialmente nuvoloso altrove con alternanza di schiarite a temporanei annuvolamenti. Foschie dense e banchi di nebbia interesseranno invece la Pianura Padana.

Nel Paese che continua a essere interessato da un flusso di correnti occidentali temperate ed umide, nel quale si inseriscono veloci perturbazioni atlantiche, Centro e Sardegna  registrano un cielo molto nuvoloso o coperto con precipitazioni diffuse su Toscana, Umbria, Marche, Lazio e Sardegna anche a carattere temporalesco, localmente intense ed insistenti; da stasera, però, attenuazione della nuvolosità e dei fenomeni ad iniziare dalla Toscana e Sardegna per estendersi all’Umbria ed al Lazio settentrionale; molto nuvoloso sull’Abruzzo con precipitazioni isolate in intensificazione serale.

Sud e Sicilia: molto nuvoloso con piogge sparse su Campania, Molise, Puglia, Calabria meridionale e Sicilia; nel corso della giornata fenomeni in intensificazione con rovesci anche temporaleschi sulla Campania e Basilicata tirrenica, con fenomeni anche intensi; parzialmente nuvoloso altrove, con locali precipitazioni. Le temperature resteranno senza apprezzabili variazioni.

Lunedì 27 dicembre

Non cambiano le previsioni per lunedì 27 dicembre. Nord: ampi spazi di cielo sereno seguiti da estese e spesse velature sulle aree alpine e prealpine del Triveneto. Molte nubi sul restante settentrione con deboli precipitazioni sulle regioni occidentali, in estensione dal pomeriggio a Lombardia ed Emilia-Romagna; quota neve sulle aree alpine occidentali oltre i 1000-1.200 metri. Centro e Sardegna: cielo molto nuvoloso su tutte le regioni con deboli piogge mattutine su quelle tirreniche. Sud e Sicilia: molte nubi compatte su gran parte del meridione con associati rovesci, anche temporaleschi in mattinata su Campania, Basilicata e Calabria tirrenica, nonchè sulla Sicilia settentrionale; i fenomeni si attenueranno in parte durante le ore pomeridiane, per poi intensificarsi nuovamente da fine giornata sulle regioni tirreniche e sull’isola.

Un San Silvestro mite

Da giovedì 30 dicembre osserveremo l’estensione di un potente anticiclone che dovrebbe proteggere l’Italia dall’arrivo di nuove perturbazioni anche durante il weekend di Capodanno. L’avvio del 2022 si preannuncia caratterizzato dal bel tempo e da un clima particolarmente mite per la stagione. Insieme all’anticiclone assisteremo all’arrivo di una massa d’aria calda che dovrebbe dare origine a una vera e propria fase di caldo anomalo, particolarmente sensibile nelle regioni centro-settentrionali, dove i valori potranno essere superiori alla media stagionale anche di 10 gradi; il clima si preannuncia eccezionalmente mite soprattutto sulle aree alpine.

Attenzione alla nebbia

In molte zone la nebbia ostacolerà la visibilità e impedirà al termometro di raggiungere valori particolarmente elevati. Secondo l’attuale tendenza meteo, nella notte di Capodanno nebbie diffuse e localmente fitte interesseranno le pianure e le coste adriatiche del Nord Italia, ma il rischio di nebbia aumenterà anche in diverse zone costiere e interne del Centro-Sud.

Pubblicità

Pubblicità

Go to Source