Pupo, la sua canzone usata da Giorgia Meloni, il cantante: “Io dico grazie”

Pubblicità
Pubblicità

”A chiunque usa la mia musica io dico grazie, perché la musica è di tutti, come l’arte”’. Così Pupo, ovvero Enzo Ghinazzi, commenta la scelta di usare il suo brano Su di noi per la chiusura del comizio elettorale di Giorgia Meloni a piazza del Popolo a Roma.

Per Pupo la musica appartiene a tutti e non ha colori, sia ”che siano di destra o di sinistra – dice nel video che il cantante intitola proprio Che siano – che siano atei o credenti, che siano rossi o che siano neri, che siano Guelfi o che siano Ghibellini, che siano conservatori o progressisti che siano juventini o fiorentini, che siano russi o ucraini”, conclude Pupo.

Sessantasette anni, una lunga carriera iniziata a metà anni Settanta, quando aveva vent’anni, il cantante ha portato al successo alcuni dei brani più longevi del pop italiano, da Gelato al cioccolato a Su di noi, e autore di canzoni celebri come Sarà perché ti amo che i Ricchi e Poveri portarono a Sanremo nel 1981.

Pubblicità

Pubblicità

Go to Source