Quella vecchia ruggine tra Chris Rock e Will Smith

Pubblicità
Pubblicità

Non ci sarebbe soltanto la battuta sul taglio di capelli radicale di sua moglie Jada Pinkett Smith, affetta da alopecia, ad aver fatto infuriare Will Smith. Dietro il sonoro schiaffo in faccia a Chris Rock durante la cerimonia degli Oscar ci sarebbero altre battute del comico all’indirizzo della coppia: quella sarebbe, insomma, la classica goccia che fa traboccare il vaso.

Era il 2016 quando Jada Pinkett Smith criticò pesantemente l’Academy per non aver invitato alcun attore afroamericano. Chris Rock, che presentava la serata, non perse l’occasione per ironizzare su di lei durante la cerimonia: “Jada ha detto che non verrà”, disse. “Mi sono sorpreso: davvero manca uno show in tv? E poi, Jada che boicotta gli Oscar? Jada che boicotta gli Oscar è come dire io che boicotto le mutandine di Rihanna. Io non ero stato invitato”.

Lo schiaffo di Will Smith, vero o farsa. Il giallo agli Oscar (secondo i media Usa)

In quella stessa occasione Chris Rock aveva aggiunto di essere d’accordo con la moglie di Will Smith che fosse un errore non aver considerato la candidatura del marito per il suo ruolo del neuropatologo nigeriano immigrato a Pittsburgh in Concussion – Zona d’ombra: “E’ vero, non è per niente giusto che Will sia così bravo e non venga nominato”, disse Rock, “ma non è neanche giusto che Will sia stato pagato la bellezza di 20 milioni di dollari per un film come Wild Wild West!”, il lungometraggio interpretato da Smith nel 1999 che aveva fatto guadagnare ai suoi produttori soltanto 50 milioni di dollari.

Will Smith dà uno schiaffo a Chris Rock in diretta per una brutta battuta sulla moglie Jada Pinkett

Insomma, dietro allo schiaffo di Smith a Rock ci sarebbe vecchia ruggine. Compreso il fatto che nel 2018, quando Will Smith fece gli auguri di compleanno alla sua ex moglie Sheree Zampino pubblicamente, su Instagram, Chris Rock non perse l’occasione per scagliarsi nuovamente contro di lui e commentando: “Wow. Hai una moglie molto comprensiva”. Non proprio la frase che ti aspetti da un amico.

Pubblicità

Pubblicità

Go to Source