Quirinale, dopo il no al bis Mattarella in Spagna per l’ultima visita di Stato. Ricevuto dal re, oggi vedrà il premier Sanchez

Pubblicità
Pubblicità

Pochi giorni dopo aver fatto intendere la sua indisponibilità a una rielezione Sergio Mattarella è volato in Spagna per l’ultima visita di Stato del suo settennato.

Mattarella allontana il bis: “Anche Leone chiese la non rieleggibilità del Presidente della Repubblica”

Al suo arrivo il Presidente della Repubblica è stato accolto al Palazzo reale dal re di Spagna Filippo VI e dalla regina Letizia.

Successivamente, in una radiosa giornata di sole, è stato ricevuto dal sindaco, José Luis Martínez-Almeida Navasqüés. In municipio gli è stata consegnata la chiave d’oro della città.

“Rappresenta il simbolo del rinnovarsi di quella tradizione di fraterna amicizia che lega Madrid, una delle capitali della comune aspirazione europea, e l’Italia e un pegno per il futuro del rapporto tra i nostri popoli”, ha detto Mattarella. “Un gesto di grande riguardo che considero rivolto nei confronti della Repubblica che rappresento e, se mi permette, investe anche  tutti i cittadini italiani che così numerosi frequentano questa città, o vi abitano sentendosi pienamente integrati nel tessuto di relazioni che caratterizzano la vostra bella capitale”.

“I legami di Madrid, città proclamata quest’anno dantesca, con l’Italia sono molteplici e profondi, come testimoniano molti tra i luoghi più significativi della vostra città” ha detto il Capo dello Stato, citando l’opera dell’architetto e ingegnere palermitano Francesco Sabatini, “chiamato da Carlo III a fornire un contributo importante per lo sviluppo architettonico ed urbanistico della capitale” e ricordando che l’Unesco ha riconosciuto il “Paesaggio della luce” patrimonio mondiale. “La straordinaria capacità della città di coniugare tradizione e innovazione si esprime nel segno di quella apertura ai temi della nuova economia, del digitale e dell’ambiente che costituiscono il “cuore” del Green Deal europeo, il cui esempio è bene illustrato dal progetto del “bosque metropolitano”, di recente avviato”.

“Il presidente italiano è stato molto affettuoso con la città di Madrid, ha riservato delle parole molto belle a tutti i cittadini madrileni”, ha commentato il sindaco della capitale spagnola, José Luis Martínez Almeida. “L’Italia e la Spagna sono Paesi legati da un rapporto di fratellanza, è sempre stato chiaro nel corso della storia. Bisogna continuare a rafforzare i legami reciproci”, ha aggiunto Almeida.

Nel pomeriggio Mattarella incontrerà il capo del governo, Pedro Sanchez a palazzo della Moncloa. La giornata si concluderà al palazzo reale con il pranzo di Stato offerto in suo onore dal re.

Domani terrà una prolusione al congresso dei deputati, dove sarà accolto dal presidente del congresso Meritxell Batet, e dal presidente del Senato, Ander Gil García.

Berlusconi e quella voglia di guastare l’elezione del Capo dello Stato

Mattarella è accompagnato dal ministro degli Esteri Luigi di Maio.

L’agenda da qui a Natale è fittissima. Non è escluso un ultimo viaggio a Bruxelles, dopo quelli fatti a Parigi (luglio) e Berlino (ottobre).  Il 16 dicembre Mattarella saluterà il Papa.

Pubblicità

Pubblicità

Go to Source