Quirinale, il centrodestra ha scelto: giocherà la carta Casellati. Dal Pd: “Con lei si va al voto”

Pubblicità
Pubblicità

È prevista per le 11 di questa mattina la quinta votazione per l’elezione del presidente della Repubblica. Prima di quel momento, il leader della Lega Matteo Salvini “indicherà uno dei nomi di alto livello proposto nei giorni scorsi” come scritto in una nota congiunta redatta al termine del vertice di centrodestra che si è svolto nella notte. Il nome che circola insistentemente è quello di Elisabetta Casellati. L’ipotesi è stata confermata dal sindaco di Venezia Luigi Brugnaro, che ha preso parte alla riunione. Fatto sta che contro una simile candidatura si è levato un coro di no da parte del centrosinistra.  “Italia Viva non la voterà” fa sapere Teresa Bellanova.

Quirinale 2022, il centrodestra forza e oggi vota un nome. In pole Casellati e Nordio

“Proporre la candidatura della seconda carica dello Stato – afferma Enrico Letta in un tweet rilanciato dal numero due del partito, Giuseppe Provenzano -, insieme all’opposizione, contro i propri alleati di governo sarebbe un’operazione mai vista nella storia del Quirinale. Assurda e incomprensibile. Rappresenterebbe, in sintesi, il modo più diretto per far saltare tutto”.

A breve, comunque, questo ennesimo capitolo di una votazione più che mai sofferta dovrebbe giungere a conclusione: indetto per stamattina un nuovo vertice del centrosinistra con Letta, Giuseppe Conte e Roberto Speranza e a breve Salvini dovrebbe sciogliere la riserva sul nome sul quale far convergere i voti del centrodestra. Va detto al riguardo che lo schieramento Lega-Fdi-Fi  non ha i numeri sufficienti (505) per condurre in porto l’operazione. L’azzardo è che nel segreto dell’urna “pezzi” di centrosinistra o M5S si uniscano all’iniziativa di Salvini. Ma la percentuale di riuscita appare al momento molto scarsa.

Pubblicità

Pubblicità

Go to Source