094155594 33a8fa67 f39b 49fa a69a f599246a6c32

Rai, bufera contro la trasmissione Anni 20 per un servizio anti-Ue. L’ad Salini: in arrivo provvedimenti

La Republica News
Pubblicità
Pubblicità

094155594 33a8fa67 f39b 49fa a69a f599246a6c32

“Cosa ci offre l’Europa per fine cena? Un gustoso biscotto alla farina di vermi. Un film dell’orrore? No, ce lo chiede l’Europa di mangiare da schifo”. È iniziato così ieri sera il servizio della trasmissione di Rai2 Anni 20 dedicato al recente regolamento approvato dagli Stati membri dell’Ue che ha dato il via libera a una proposta della Commissione europea che consente l’uso di vermi della farina gialli essiccati come nuovo alimento. Ma il provvedimento non è stato l’unico tema al centro delle contumelie della trasmissione di Rai2. Il servizio, infatti, ha puntato il dito anche contro il piano vaccini. “L’Europa ci ha chiesto di fidarci – ha raccontato la trasmissione – il risultato? Siamo ancora  chiusi con il coprifuoco”. E non sono state risparmiate le accuse neanche al Recovery: “Il pacchetto europeo con il Recovery fund riscrive debiti e nuove tasse, ma ci chiede anche di munirci di bavaglio raccomandando una sorta di ddl Zan in scala contintentale”. Insomma, quello dell’Europa viene definito un “delirio regolatore”.

Parole inaccettabili per l’amministratore delegato della Rai, Fabrizio Salini che, a quanto apprende l’Ansa da fonti interne all’azienda, sarrebbe “furioso” per il servizio smaccatamente antieuropeista della trasmissione di Francesca Parisella. Proprio per questo, spigano dalla Rai sarebbero in arrivo ”provvedimenti”.

Intanto, in molti chiedono un intervento urgente della dirigenza Rai.  “Disinformazione, falsità, attacco infondato all’Europa proprio mentre ai vertici ci sono alte personalità italiane e l’europeismo grazie al governo Draghi è ormai condiviso da tutti in Parlamento”, attacca Michele Anzaldi, deputato di Italia viva e segretario della commissione di Vigilanza Rai. “Chiederò alla commissione di Vigilanza – prosegue – di occuparsi del servizio trasmesso da Anni 20“. E la senatrice del Pd, Valeria Fedeli, capogruppo dem in VIgilanza Rai, parla di un servizio “allucinante. Non trovo altri termini per definirlo. Un condensato di fake news di matrice anti europeista indegno non solo del servizio pubblico ma del giornalismo in generale. Adesso basta davvero!”.

Protesta anche la dem Lia Quartapelle, responsabile Europa e Affari internazionali nella segretaria del Pd. “Mi è sembrato incredibile trovare tanta propaganda e superficialità in un servizio della tv pubblica – scrive su Twitter – Poi ho visto che la trasmissione si intitola Anni Venti e ho capito. Evidentemente nonè servizio pubblico ma un omaggio alla propaganda degli anni Venti del secolo scorso”.
 



Go to Source