Rai, Fuortes e Soldi in Vigilanza. L’Ad: “Non presenterò mai budget in perdita”. Protesta di FdI per “il blitz su delibera par condicio”

Pubblicità
Pubblicità

“Non presenterò mai un budget previsionale in perdita”. Lo dice l’amministratore delegato Rai Carlo Fuortes davanti alla Commissione di Vigilanza. Il nuovo ad ha posto l’accento sull’informazione come strumento “centrale per il sevizio pubblico” e sulla digitalizzazione: “Uno degli elementi chiave per garantire la centralita’ del servizio pubblico”, lo ha definito Fuortes, sottolineando la necessità di “intercettare i nuovi modelli di fruizione del pubblico. Per fare questo – ha aggiunto – intendiamo muoverci nella direzione di poter disporre di diritti di utilizzazione sul web e sulle piattaforme digitali della nostra offerta”. Presente all’audizione la presidente della tv di Stato Marinella Soldi. “È nostra responsabilità sostenere un ecosistema audiovisivo nazionale, contribuendo a crescita culturale del Paese”, ha detto in commissione.

Rai, la Vigilanza vota sì a Marinella Soldi presidente. Meloni: “C’era un accordo con Berlusconi. Rivendico la presidenza della Commissione”

Il nuovo budget presentato in cda “non prevede tagli al prodotto e non intacca i palinsesti già presentati”, ha specificato Fuortes. Precisando inoltre che grazie all’andamento degli introiti pubblicitari i tagli sono limitati, con “interventi in media non superiori all’1% dei budget”.

Le reazioni

Ma il deputato del Pd Andrea Romano, intervenendo in audizione, ha definito “intollerabili” i tagli alla Rai: “La verità è che la Rai sta disinvestendo sulle produzioni di audiovisivo. Questo non è tollerabile di per sé, non è tollerabile perché rappresenta un impoverimento della funzione vocazionale della Rai come principale industria culturale, non è tollerabile perché con questa tendenza il nostro Paese rischierà di essere la provincia di un impero di cui conserveremo soltanto la memoria”.

Nomine Rai, il Cda dice sì a Soldi presidente. Il Pd ora teme l’opa leghista sui tg

La protesta di FdI

Protesta di Fdi in commissione di Vigilanza per il mancato rispetto dei diritti dell’opposizione. La capogruppo Daniela Santanché e il deputato Federico Mollicone hanno criticato duramente la decisione del presidente Alberto Barachini di procedere con quello che definiscono “un blitz” all’approvazione della delibera sulla par condicio.

Nomine Rai, dopo lo sgarbo sul Cda: Meloni rovescia il tavolo del centrodestra

Pubblicità

Pubblicità

Go to Source