Reddito di cittadinanza, sms dell’Inps a 169 mila famiglie: “Stop da agosto”

Pubblicità
Pubblicità

MILANO – Per 169 mila famiglie a partire da agosto scatta lo stop al reddito di cittadinanza. Lo ha comunicato oggi, con un sms, direttamente l’Inps ai nuclei interessati.  L’intervento è figlia dello stretta del governo sul sussidio, che prevede la sospensione del sussidio per i nuclei nei quali non ci sono componenti disabili, minori o over 65 come prevede la nuova normativa per i quali quella del 27 luglio è l’ultima rata ricevuta.

Decreto lavoro, come cambierà il Reddito di cittadinanza. Arriva l’assegno di inclusione

Secondo quanto si apprende il messaggio annuncia la sospensione in attesa della presa in carico dei servizi sociali. Sarebbero 88mila le persone che potrebbero essere prese in carico. Tra agosto e settembre circa 80mila nuove famiglie dovrebbero avere il beneficio sospeso poiché scadono i sette mesi di durata.

Le storie

Dalla star dei social al finto nullatenente: i re della truffa al fisco

Sempre oggi l’Inps ha poi diffuso i dati sull’erogazione del sussidio nei primi sei mesi del 2023. Le richieste di Reddito e Pensione di cittadinanza sono crollate rispetto allo stesso periodo del 2022 passando da 899.338 a 486.190 con un calo del 45,94%. Nei primi cinque mesi le domande erano state 432.758. A giugno, salvo revisione dei dati con nuove domande ancora non lavorate, le domande quindi dovrebbero essere poco più di 53mila. 

A giugno le famiglie che hanno ricevuto il Reddito di cittadinanza o la Pensione di cittadinanza sono invece poco più di un milione (1.010.536) per una spesa di 571,6 milioni. Le persone coinvolte in questo milione di famiglie sono 2.115.944. L’importo medio a famiglia a giugno è stato di 565,69 euro.

Pubblicità

Pubblicità

Go to Source

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *