Renzi, l’ultimo strappo: “Mai al voto con il Pd: il Centro vale il 10 per cento”

Pubblicità
Pubblicità

FIRENZE –  “Ma come siete passati dalle Lettere di Gramsci al blog di Casalino?”. Quel che rimane del sottile filo che ancora lo lega al Pd, Matteo Renzi lo trancia con una battuta feroce, in linea con gli attacchi di questi giorni alla Ditta. È ora di pranzo ma la stazione della Leopolda, con capienza ridotta per il Covid, è piena in ogni angolo, e il leader ha l’aria di chi parla a una comunità ritrovata, o che perlomeno non vuole estinguersi:

“Saremo al 2 per cento, va bene, ma cosa si perde l’altro 98?”, sorride l’uomo che ha deciso – per calcolo o necessità – di abbandonare ogni proposito di alleanza con il partito di…

Questo contenuto è
riservato agli abbonati

0,25 € alla settimana per tre mesi

Attiva Ora

Tutti i contenuti del sito

3,50€ a settimana prezzo bloccato

Attiva Ora

Tutti i contenuti del sito, il quotidiano e gli allegati in digitale

Pubblicità

Pubblicità

Go to Source