Renzi Se FI si separa da Lega FdI e positivo. E su inchiesta Open faremo indagini difensive

Renzi: “Se FI si separa da Lega-FdI è positivo”. “E su inchiesta Open faremo indagini difensive”

La Republica News
Pubblicità

“Se Berlusconi si separasse da questo asse (Salvini e Meloni, ndr) sarebbe una cosa positiva”. Lo ha detto il leader di Iv Matteo Renzi a “in mezz’ora” su Rai 3. “Il tema di rafforzare la squadra c’è anche se non si allarga la maggioranza. Si esce dall’emergenza dopo la legge di bilancio perché bisogna utilizzare 200 miliardi che decidono i prossimi 50 anni”, ha aggiunto. L’ex premier, incalzato dalle domande di Lucia Annunziata, ha toccato tutti gli argomenti dell’agenda politica, dal caso Morra alle misure anti Covid, dalla sua eventuale candidatura alla segreteria della Nato ai delicati equilibri con gli alleati di maggioranza (non risparmiando frecciatine né al M5S né al Pd), senza tuttavia tralasciare l’indagine giudiziaria che lo riguarda. Sulla vicenda Open, ha precisato, “faremo delle indagini difensive, quelle che fanno i difensori, gli avvocati. Sceglieremo delle formule per interrogare le persone e vedremo chi ha ragione”.
“Il M5S è arrivato a essere partito che fa norme pro-azienda”
“Noi con Berlusconi abbiamo cercato di fare insieme le regole del gioco, le riforme. I 5 Stelle nel corso di questi anni ci hanno sempre attaccati dicendo che noi facevamo inciuci, ma loro non solo sono il partito politico che ha fatto un emendamento salva Mediaset, lo ha fatto con un ministro M5S e un viceministro M5S del Mise. I 5 Stelle sono arrivati ad essere il partito che concepisce norme salva Mediaset”.

Salva Mediaset. Il Pd al M5S: “Non fate i furbi: l’emendamento parte da Patuanelli”
di Matteo Pucciarelli 19 Novembre 2020

“Renzi a Fico: è Morra ad aver sbagliato, la Rai non so”
“Roberto Fico non può dire che sbaglia la Rai, su malati e Jole Santelli ha sbagliato Nicola Morra. Non so se ha sbagliato la Rai. Il punto è che in Italia ci sono 2,2 milioni malati di tumore, se dici che un malato non può far tutto, mette un bollino ai malati oncologici. Bisogna voler bene ai malati e rispettare la memoria di Jole Santelli”. Lo ha detto il leader di Iv commentando le parole del presidente della Camera che – durante la stessa trasmissione – aveva criticato la Rai per l’invito ritirato a Nicola Morra”.Antimafia
Morra: “Se dai fastidio alla mafia ti infangano”. Centrodestra in pressing: “Si dimetta”. Ma un pezzo del M5S lo difende
di Alberto Custodero 21 Novembre 2020

 
“Meloni è leader di un raggruppamento che è contro l’Italia”
“Lo scontro a Bruxelles – ha argomentato Renzi – è degli amici di Matteo Salvini e Giorgia Meloni che sono contro l’Italia. Meloni è leader di un raggruppamento che è contro l’Italia, sono gli aguzzini dell’Italia, i polacchi, gli ungheresi, gli spagnoli di Vox. Se Berlusconi si separasse da questo asse sarebbe una cosa positiva”. “Il Presidente Berlusconi è sempre stato di centrodestra. Lei deve riconoscere che quando ho cercato l’accordo con lui era sulle regole. Quando l’ho fatto io non c’era la norma salva Mediaset ma le riforme costituzionali. Non so cosa faranno Berlusconi e la destra. Da italiano sognerei che Salvini e Meloni abbassassero i toni anti europei e facessero una destra europea merkeliana, da Ppe, ma non lo faranno. Per questo guardiamo a Berlusconi”.
Giorgia Meloni eletta presidente dei Conservatori e riformisti europei
29 Settembre 2020

 
“Io alla Nato? Non credo”
“Posso essere io? Non credo. Innanzi tutto bisogna vedere l’equilibrio tra i vertici nazionali. Poi è vero che la Nato si deve occupare di Cybersicurezza altrimenti ha ragione Macron a dire che la Nato è in coma”. Così ha risposto Renzi alla domanda su una sua candidatura come segretario generale della Nato.
“Per il vaccino serve l’esercito, non Arcuri”
Per distribuire i vaccini, è la tesi di Renzi, “serve l’esercito” e non il commissario Arcuri. La prima cosa in una situazione di emergenza è una risposta di emergenza nella logistica, altrimenti neanche le siringhe arrivano. A gennaio avremo 3 milioni e mezzo di vaccini e non si gestiscono alla carlona, ci vogliono i professionisti e nell’esercito ci sono. Abbiamo bisogno di un sforzo logistico straordinario”.
Il vaccino sarà sicuro? Tutte le precauzioni prese in vista della campagna di immunizzazione
di Elena Dusi 20 Novembre 2020

 


Go to Source