222842431 60fc7b73 b1f2 4b84 8706 6407cf8c8b0b

Resti umani in una villa di Siracusa, forse a una svolta il mistero dei due badanti scomparsi

La Republica News
Pubblicità
Pubblicità

222842431 60fc7b73 b1f2 4b84 8706 6407cf8c8b0b

Potrebbe essere ad una svolta il mistero della coppia di badanti campani, scomparsi nel maggio del 2014 a Siracusa. Gli agenti della squadra mobile avrebbero trovato resti umani all’interno di una villa in contrada Tivoli, ad una decina di chilometri dal capoluogo, nella zona dove sarebbero scomparsi sei anni fa Alessandro Sabatino, 40 anni e Luigi Cerreto, 23 anni. I due badanti che lavoravano per un anziano possidente della zona, sparirono il 12 maggio 2014. Il ritrovamento sarebbe avvenuto nella villa di Giampiero Riccioli, figlio dell’anziano che Sabatino e Cerreto assistevano. Riccioli ad oggi è l’unico indagato per duplice omicidio. Oggi la svolta nelle indagini: nella villa di Riccioli sono arrivati gli agenti della polizia scientifica e l’unità cinofila e diversi mezzi escavatori. L’attività si sarebbe concentrata prima in un terreno vicino alla villa e poi all’interno della stessa casa dove i due vivevano con l’anziano.

La Procura di Siracusa aveva ricostruito gli ultimi movimenti della giornata della scomparsa dei due e si concretizzò l’ipotesi che Alessandro e Luigi fossero stati uccisi e i loro corpi gettati in un pozzo. L’inchiesta è stata avocata a ottobre 2020 dalla Procura Generale di Catania, dopo la seconda opposizione alla richiesta di archiviazione presentata dal legale dei familiari.



Go to Source