Rimini, uomo accoltella due ispettrici sull’autobus e altre tre persone durante la fuga. Fermato

Pubblicità
Pubblicità

È accusato di aver accoltellato cinque persone, tra cui un bambino ferito alla gola. Per questo motivo un uomo di 26 anni è stato fermato questa sera dalla polizia a Rimini. È successo sull’autobus della linea 11, proveniente da Riccione, dove al giovane è stato chiesto da due ispettrici di esibire il biglietto. In un primo momento, nessuna reazione. Poi all’improvviso l’uomo, di origine somala, ha estratto dallo zaino un coltello e ha colpito le due addette: una in modo superficiale al collo, l’altra alla spalla. Una reazione imprevedibile. Poi ha minacciato il controllore, è sceso dall’autobus ed è fuggito. Inseguito dalla polizia nella fuga ha accoltellato altre tre persone, tra cui una donna e un bambino alla gola. Cinque i feriti in totale, nessuno in pericolo di vita. Al momento è esclusa la pista del terrorismo: non sono emersi elementi che possano ricondurre il somalo ad ambienti terroristici o estremistici.

Il somalo, secondo quanto ricostruito finora, era ospitato in una struttura della Croce Rossa e secondo alcune testimonianze aveva manifestato una personalità violenta e aggressiva. Gli investigatori  non escludono che fosse sotto l’effetto di sostanze stupefacenti. Il somalo era arrivato da alcuni anni in Europa ed era stato in altri paesi prima di arrivare in Italia. Qualche mese fa aveva presentato domanda per lo status di rifugiato.

Pubblicità

Pubblicità

Go to Source