125954681 db3d01fd 18d5 4a2a 9036 6c7064ce1134

Ripartenza, Draghi: “Abbiamo davanti una fase nuova di ripresa. Il timore è che non sia duratura. Serve un’Italia unita”

La Republica News
Pubblicità
Pubblicità

125954681 db3d01fd 18d5 4a2a 9036 6c7064ce1134

“Quest’Italia è viva, forte, e ha tanta voglia di ripartire. I mesi della pandemia sono stati un disastro sanitario, economico, ma anche culturale, sociale, educativo. Le diseguaglianze sono aumentate. Ma, grazie ai sacrifici degli italiani e alla forte accelerazione della campagna vaccinale, abbiamo davanti una fase nuova. Una fase di ripresa e fiducia, su cui costruire un Paese più giusto e più moderno. E liberare le energie che sono rimaste ferme in questi anni”. Così Mario Draghi, nel corso della visita in emilia romagna, al distretto della ceramica di Sassuolo.

“È la prima volta che esco da Roma e quello che si percepisce è un sollievo, un entusiasmo, una voglia di ricominciare e sprigionare le proprie energie produttive e imprenditoriali, la propria visione del mondo che dà veramente conforto, la voglia di ricominciare” afferma il premier. Che poi coglie l’occasione per parlare del dl Semolificazioni”Il decreto legge  approvato la settimana scorsa in consiglio dei ministri. Io mi auguro che rappresenti un cambio di passo essenziale per l’italia. È vasto, molto complesso – ha osservato Draghi –  Riduce le incertezze e i tempi delle burocrazie. Semplifica il lavoro dell’imprenditore e la vita del cittadino, ma senza indebolire i presidi di tutela dell’ambiente, del lavoro, e soprattutto della legalità”.

Parlando da Spezzano di Morano, in provincia di Modena, il premier si è detto fiducioso per il futuro  perchè “tutti gli enti internazionali stanno rivedendo al rialzo le previsione sull’economia italiana. Anche il tasso di occupazione è in crescita, e questo è molto importante perché siamo solo all’inizio”.



Go to Source