Ritorno al passato: compare un treno blindato russo

Pubblicità
Pubblicità

Un’immagine incredibile, che ricorda le guerre di un secolo fa: i russi hanno mandato al fronte un treno corazzato. Il convoglio è stato filmato in direzione di Mariupol, la città assediata sul Mare di Azov: sulle fiancate ha la “Z” della forza di invasione. Gli abitanti lo accolgono urlando “Ucraina! Ucraina!”. I treni blindati sono stati protagonisti dei conflitti in Russia dalla prima guerra mondiale in poi: durante il conflitto tra bolscevichi e forze zariste sono stati utilizzati su tutti i fronti, dalla Polonia alla Siberia. Celebre quello con cui Lev Trotzky si spostava attraverso le pianure dell’Asia, riprodotto anche nei fumetti di Corto Maltese. Poi l’Armata Rossa ne ha costruiti diversi modelli, con motrici blindate e le stesse torrette dei tank T34. Nel dopoguerra, gli ingegneri sovietici hanno progettato treni corazzati per il trasporto di missili intercontinentali: uno di questi convogli è stato ricostruito nel film “007 GoldenEye”.
Sembravano armi dimenticate dalla Storia, invece nel 2014 l’esercito russo ha deciso di costruire due nuovi treni blindati, usati per operazioni contro il terrorismo jihadista nel Caucaso. Anche i miliziani della repubblica secessionista di Donetsk nel 2015 hanno allestito un loro treno corazzato: probabilmente è quello ripreso nel video. Oltre alla motrice speciale – che dovrebbe essere una delle ultime prodotte nel 1945 – si notano postazioni con mitragliere binate da 23 mm: armi anti-aeree usate ad elevato volume di fuoco pure contro la guerriglia. Non è chiaro cosa ci sia sugli altri vagoni.

(di Gianluca Di Feo)

SEGUI LA DIRETTA

ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER QUOTIDIANA

Pubblicità

Pubblicità

Go to Source