Roma, da magazzino a “Macchina del Tempio”: così rinasce il gioiello del museo etrusco

Pubblicità
Pubblicità

Il Tempio di Alatri, ospitato dal museo etrusco di Villa Giulia a Roma, è una riproduzione fedele di fine ‘800 nata sulla scorta di un ritrovamento archeologico avvenuto pochi anni prima nell’omonimo comune laziale in provincia di Frosinone. Ma con il passare del tempo, questo piccolo gioiello della filologia architettonica è finito sempre più in ombra, tanto da essere riconvertito in un magazzino chiuso al pubblico dove veniva stipata parte del vasto patrimonio artistico del museo. Grazie a un doppio finanziamento del Ministero dei Beni Culturali e della Regione Lazio sono iniziati da poche settimane i lavori di restauro che intendono non solo porre un freno al naturale effetto distruttivo degli agenti atmosferici ma anche trasformarlo in una “Macchina del Tempio”, un allestimento innovativo che sfrutta le tecnologie digitali per far provare ai visitatori la sensazione di esplorare un autentico tempio etrusco di quasi 2500 anni fa.

Video di Francesco Giovannetti

Pubblicità

Pubblicità

Go to Source