Russia esclusa dal play-off Mondiale: ecco cosa succede adesso

Pubblicità
Pubblicità

La Fifa sta valutando se escludere la Russia dai play-off che permetteranno alle ultime squadre europee di accedere al Mondiale 2022 che si giocherà in Qatar a dicembre dopo l’invasione dell’Ucraina. Come cambierebbero gli spareggi?

La situazione attuale

Al momento la Russia giocherebbe la prima partita del play-off, contro la Polonia, senza nome, bandiera e inno. Il nome della squadra è Football Union of Russia (Rfu): una situazione simile a quella della delegazione olimpica, che anche agli ultimi Giochi estivi e invernali si è presentata sotto la targa di “Roc” per lo scandalo doping. La partita del 24 marzo, che in origine si sarebbe dovuta giocare alla Vtb Arena di Mosca, è programmata in campo neutro. La Polonia però, così come altre nazionali, ha fatto sapere che non intende incontrare la Russia neanche in un altro Paese.

Polonia e Svezia si rifiutano di affrontare la Russia nei play-off per i Mondiali. Lewandowski: “È la decisione giusta”. Szczesny: “Guerra ai nostri valori”

I motivi della riflessione

A spingere la Fifa a pensare seriamente all’esclusione della Russia dal play-off Mondiale ci sono due fattori. Il primo è la pressione sempre più crescente di squadre e calciatori, che non vogliono affrontare la Russia. Alla Polonia si sono aggiunte subito Svezia e Repubblica Ceca, impegnate nell’altra semifinale play-off e possibili avversarie della Russia in finale. A loro si sono aggiunte Inghilterra, Svizzera, Norvegia, Albania, Danimarca, Irlanda, Scozia e Galles.

Ad accelerare la procedura di espulsione si è aggiunto poi l’invito del Comitato olimpico internazionale, che caldeggia l’esclusione degli atleti russi e bielorussi da qualsiasi manifestazione sportiva. O, dove non fosse possibile per motivi organizzativi, farli gareggiare senza il nome e le insegne del proprio Paese.

Abramovich lascia il Chelsea: il club passa agli amministratori della fondazione benefica

Come proseguono adesso i play-off

Nel caso l’esclusione della Russia venga confermata ufficialmente, la Fifa dovrà comunicare anche come intende proseguire il torneo. Una prima opzione prevede il passaggio diretto della Polonia nella finale play-off. La sconfitta dell’altra semifinale, una tra Svezia e Repubblica Ceca, si piazzerebbe automaticamente terza senza giocare la finalina per il terzo e quarto posto.

Un’altra ipotesi prevede il ripescaggio della Slovacchia, terza classificata nel girone di qualificazione H, vinto dalla Croazia e in cui la Russia è arrivata seconda. Infine, la Fifa potrebbe scegliere di dare una chance alla Turchia, prima delle escluse nella classifica delle migliori terze da cui si è attinto per dare vita ai play-off.

Finale di Champions a Parigi, la vittoria di Al-Khelaifi

Pubblicità

Pubblicità

Go to Source