Russia, vergognosa rissa in campo: tutti contro tutti, l’arbitro estrae sei cartellini rossi

Pubblicità
Pubblicità

Gigantesca rissa nel finale di Zenit San Pietroburgo-Spartak Mosca, ultimo match della fase a gironi della Coppa di Russia. Al termine dei tempi regolamentari della sfida poi finita ai calci di rigore (e vinta dalla squadra di San Pietroburgo, che così si è qualificata per i play-off) si è scatenata una mega rissa, iniziata con il litigio tra Promes, n. 10 dello Spartak, e il terzino dello Zenit Barrios. Da lì in poi, le due squadre e gli staff quasi al completo hanno iniziato un “tutti contro tutti” che ha coinvolto una settantina di protagonisti. L’arbitro Vladimir Moskalev alla fine ha espulsosei giocatori, tre per parte: Rodrigao, Barrios e Malcom dello Zenit, Nicholson, Sobolev e il portiere di riserva Selikhov per lo Spartak.

Video Twitter – fabiopaleixo

Pubblicità

Pubblicità

Go to Source