Sabrina Ferilli contro i rifiuti di Roma: “Mi aiuta un migrante, non vi mostro i cassonetti sennò rischio la vita”

Pubblicità
Pubblicità

Tanta spazzatura. Troppa. Al punto da costringere i vip a pagare spazzini di quartiere e ripulire le strade. Nessun operatore Ama, Sabrina Ferilli su Instagram racconta di aver ingaggiato un ragazzo di buona volontà che di solito staziona sotto la sua abitazione nel quartiere Prati. Le strade sono piene di cartacce, bottigliette e mozziconi di sigarette. E così per pulire via Cola di Rienzo servono misure straordinarie.

“Roma, un sabato. Come sempre, eh, non è che cambi niente. Puntualmente è così, puntualmente c’è tutto quello che vedete. Non vi riprendo i cassonetti perché rischio la vita con morsi di animali vari, mammiferi e non”, dice l’attrice a favore di smartphone.

Poi Sabrina Ferilli riprende un migrante che conosce da tempo. Parte il selfie, puntualmente caricato su Instagram: “Ecco la mia salvezza. In cambio di un piccolo aiuto. pulisce le due tre vie che ho intorno a casa”. Quindi la conclusione amara: “Se questo ve sembra normale… Roma Capitale. Pagando”.

Non solo Sabrina Ferilli. Solo pochi giorni fa era stata Elena Santarelli a riprendere i rifiuti: “Roma, caldo, e ovviamente un odore che vi lascio immaginare. Inviterei ogni persona, famosa e non, a documentare questo schifo a Roma”. Prima di lei anche Gaia Tortora era intervenuta sull’emergenza rifiuti: “Qui serve l’esercito”.

Pubblicità

Pubblicità

Go to Source

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *