Salto in alto, Tamberi conquista la finale: “L’aspettavo da troppo tempo”

Pubblicità
Pubblicità

Gianmarco Tamberi si è qualificato per la finale del salto in alto delle Olimpiadi di Tokyo. All’azzurro, come del resto agli altri big, è bastato valicare la misura di 2,28 metri (la qualificazione diretta era fissata a 2,30). Per Gimbo una gara regolare con un solo errore, proprio al primo tentativo a 2,28. Accedono alla finale anche gli altri favoriti ad una medaglia olimpica, dal bielorusso Makism Nedasekau ai russi Mikhail Akimenko e Ilya Ivanyuk. La finale sabato 1 agosto alle ore 19,10 di Tokyo, le 12,10 in Italia.

“Sono stati tutti salti brutti, ma l’importante era arrivare in finale”. Così Tamberi pochi minuti dopo aver avuto la certezza della qualificazione alla finale. “Non è stata una bella gara: dopo un ottimo riscaldamento, ho dovuto cambiare i chiodi delle scarpe. Ma questa finale l’aspettavo da troppo tempo”.

L’azzurro non partecipò a Rio 2016 dove era tra i favoriti, a causa di un infortunio rimediato poche settimane prima di partire per il Brasile. “Dopo cinque anni – ha detto – non vedo l’ora di fare questa finale: ora il sogno si è trasformato in un obiettivo”.
 

Pubblicità

Pubblicità

Go to Source