Salva la figlia e altre due ragazzine in mare in Sardegna, poi muore

Pubblicità
Pubblicità

ARBUS – Ha salvato la figlia e altre due ragazzine che stavano per affogare in uno dei tratti di costa più pericolosi della Sardegna, a Marina di Arbus, nel Medio Campidano. Poi Fernando Porcu, 60 anni, forse per la fatica, si è accasciato privo di forze sulla battigia ed è morto per arresto cardiaco nonostante diversi tentativi di rianimazione e l’arrivo dell’elisoccorso. Secondo le prime testimonianze, non ha esitato a buttarsi in acqua non appena ha visto le due giovani in balia delle onde. È riuscito a salvarle, ma il suo cuore non ha retto.

[embedded content]

L’allarme è scattato alle 14.30. Il sessantenne, rendendosi conto che la figlia e le sue amiche erano in difficoltà tra le onde, si è immediatamente gettato in mare. Ha lottato per diversi minuti in acqua per trascinare a riva le tre ragazzine. Sembrava la classica avventura a lieto fine. Ma l’uomo si è accasciato sulla battigia e non si è più ripreso nonostante i tentativi di rianimazione. La figlia è stata immediatamente portata in ospedale per accertamenti: non sarebbe grave. Mentre le sue due amiche – secondo le prime informazioni raccolte – starebbero bene.

Porcu era di Guspini, comune della provincia del sud Sardegna. “Siamo molto addolorati per la scomparsa di un nostro concittadino, sia per il modo in cui è successo sia per il fatto in sé. Siamo solo all’inizio dell’estate e questo fattaccio non ci voleva. Siamo vicini a tutti i parenti e familiari dello scomparso”, ha detto il sindaco Giuseppe De Fanti.

Pubblicità

Pubblicità

Go to Source