Salvatore Borsellino: “Meloni chiarisca come concilia Nordio e l’antimafia”

Pubblicità
Pubblicità


“La Meloni chiarisca a parole in cosa consiste il suo impegno antimafia e come si possa conciliare con l’esternazione di un suo ministro Nordio che vuole smantellare la legislazione antimafia di Paolo Borsellino e Giovanni Falcone”, così Salvatore Borsellino da via d’Amelio interviene sull’assenza della premier Giorgia Meloni alle celebrazioni a 31 anni dalla strage. “Il ministro Nordio sceglie il giorno di questo anniversario per attentare l’articolo fondamentale della legislazione antimafia cioè quello del concorso esterno senza il quale salterebbero almeno tre quarti dei veri processi contro la mafia”, aggiunge. Il fondatore del movimento Agende Rosse è poi intervenuto sui fatti del 23 maggio, “una ferita aperta nel cuore di Palermo” e conclude: “Il questore mi ha chiamato ieri per giustificarsi dicendomi che non ci sono state manganellate, io non ero presente ma se fossi stato lì avrei partecipato a quel corteo anche con le mie gambe che non mi permettono di farlo”. (di Alessandro Puglia)

Pubblicità

Pubblicità

Go to Source

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *