Saman, il padre arrestato in Pakistan per l’omicidio della figlia

Pubblicità
Pubblicità

BOLOGNA – Secondo quanto si apprende il padre di Saman, Shabbar Abbas, è stato arrestato ieri in Pakistan per l’omicidio della figlia. E’ stato raggiunto nel tardo pomeriggio nella zona del Punjab, in riscontro alla richiesta di arresto provvisorio ai fini estradizionali. Era solo e non ha opposto resistenza. La polizia federale si è avvalsa della polizia del Punjab per l’operazione. Shabbar è stato rinviato a giudizio a seguito delle indagini della Procura di Reggio Emilia e dei carabinieri in concorso con la moglie, ancora latitante, e altri tre parenti, attualmente in carcere in Italia.

La svolta è arrivata dopo che si è diffusa la notizia, rilanciata nella trasmissione “Quarto Grado”, che Shabbar Abbas era stato arrestato dalla polizia distrettuale pakistana per una frode ad un connazionale di 20 mila dollari, pari a 5 milioni di rupie pakistane. Ora l’accusa è di omicidio della figlia che si era ribellata a un matrimonio combinato.

La scomparsa di Saman

Saman Abbas

Saman Abbas

Saman Abbas 

La ragazza era scomparsa a Novellara, in provincia di Reggio Emilia, dove viveva nel casolare dell’azienda agricola in cui lavorava il padre nella notte tra il 30 aprile e il primo maggio di un anno fa. Secondo gli investigatori venne uccisa, il suo corpo non è mai stato trovato. Cinque gli indagati per il delitto, fra cui i genitori della diciottenne, che il giorno dopo erano fuggiti in Pakistan. l’Italia ha già chiesto l’estradizione.

Pubblicità

Pubblicità

Go to Source