Scatti di guerra: così le bombe hanno devastato Kiev e Kharkiv

Pubblicità
Pubblicità

Bombe sulle città. Kiev e Kharkiv al centro dell’offensiva russa. Nella capitale L’obiettivo è tra i più strategici: la torre della tv a Kiev, la struttura che permette a milioni di ucraini di sintonizzarsi sul racconto della guerra, proprio mentre un convoglio di blindati russi lungo oltre 60 chilometri avanza marziale verso la capitale. Un raid consumato in pieno giorno, dopo che ai residenti era stato intimato di stare lontani dai ripetitori delle telecomunicazioni.

Quello di Mosca è sempre più un assedio combinato. In tutta l’Ucraina, i bombardamenti dell’aviazione – centinaia di missili – martellano i centri strategici, soprattutto Kharkiv. La seconda città del Paese, nel nord-est vicino al confine russo, ha subito pesanti raid. Nel mirino tra l’altro la sede del governo locale. Almeno 18 le vittime accertate, decine i feriti, la centrale Piazza della Libertà trasformata in un teatro di guerra.

Ecco le foto che testimoniano come le macerie, più che l’armata russa, hanno conquistato le città. E l’attacco continua.

Pubblicità

Pubblicità

Go to Source