Notizie italiane in tempo reale!

Scuola, in Puglia didattica a distanza su richiesta per tutti dal 7 gennaio: verso ordinanza anche per le superiori

Una nuova ordinanza (la quinta da ottobre) per consentire alle famiglie degli studenti di elementari, medie e superiori di scegliere tra didattica in presenza e lezioni a distanza da casa. Il provvedimento era atteso da giorni e ora il presidente della Regione Puglia Michele Emiliano lo conferma in una nota.

L’andamento dei contagi, d’altronde, non è rassicurante, quindi era prevedibile che la Regione si muovesse sulla stessa linea della scorsa ordinanza, scaduta il 23 dicembre 2020, che permetteva ai genitori degli studenti del primo ciclo di scegliere tra lezioni in classe e didattica da casa. L’incognita si poneva per le superiori, in Dad da mesi, di cui dal 7 gennaio è previsto il rientro in presenza al 50 per cento dal Governo.

Scuola, piano per la riapertura a Bari: il 7 gennaio rientra la metà degli studenti, doppi ingressi e bus da potenziare

Il presidente Emiliano annuncia ora la convocazione di una riunione insieme agli assessori Sebastiano Leo, Pier Luigi Lopalco e Anita Maurodinoia, con i sindacati per domani mattina per discutere e condividere la bozza della nuova ordinanza sulla scuola, in vista della riapertura il 7 gennaio.

“La Regione – si legge nella nota – intende continuare a dare la possibilità agli studenti delle scuole pugliesi di ogni ordine e grado (dalle elementari alle superiori), e alle loro famiglie, di scegliere la didattica a distanza”. Questo alla luce dell’attuale quadro epidemiologico, rispetto al quale l’attenzione resta alta.

Scuola, in Puglia la protesta dei presidi: “No alla riapertura delle superiori il 7 gennaio, serve più tempo”

“E perché si ritiene – prosegue la nota – in tempo di pandemia, che le famiglie debbano poter decidere di non esporsi ai rischi derivanti dalla frequenza obbligatoria a scuola, rischi che in classe esistono come in ogni altro luogo di comunità”. “Prima di emanare l’ordinanza – dichiara il presidente Emiliano – ci teniamo a incontrare le rappresentanze del mondo della scuola, come ci siamo a impegnati a fare, per condividere con loro la nostra impostazione e raccogliere il loro punto di vista”.



Go to Source

Exit mobile version