Scuola M5S farla ripartire e priorita vigilare su tpi

Scuola: M5S, ‘farla ripartire è priorità, vigilare su tpi’

Libero Quotidiano News
Pubblicità
Pubblicità

Condividi:

28 dicembre 2020

Roma, 28 dic. (Adnkronos) – “Riaprire le scuole e farlo in sicurezza è una priorità. Per questo oggi abbiamo chiesto in audizione alla Ministra De Micheli a che punto è l’organizzazione e il potenziamento del trasporto pubblico locale”. Così le deputate e deputati del MoVimento 5 Stelle in Commissione Trasporti.
“L’impegno di ciascuno di noi deve essere quello di garantire la ripresa della didattica in presenza dal 7 gennaio e – anche per questo – sono stati stanziati ulteriori 390 milioni di euro per il 2021, oltre i 300 già a disposizione in questi mesi, per potenziare il servizio ricorrendo, se serve, anche al noleggio di bus privati soprattutto nelle zone extraurbane”.
“Regioni, Enti locali, aziende di trasporto e uffici scolastici sono stati affiancati dalle prefetture per coordinare e adottare specifici documenti operativi e la Ministra De Micheli ha assicurato un continuo monitoraggio insieme alla ministra dell’Istruzione Azzolina e dell’Interno Lamorgese. Ad oggi sono stati già assegnati alle regioni oltre 80 milioni di euro rispetto alle risorse disponibili, per servizi aggiuntivi pubblici e privati, senza dimenticare gli ulteriori 150 milioni di euro ai Comuni per il potenziamento del trasporto scolastico”.
“Nonostante le rassicurazioni del ministero -proseguono i 5 Stelle- rimangono tuttavia ancora aperti diversi interrogativi, soprattutto per quanto riguarda il prevedibile maggiore traffico nelle grandi città, consapevoli che solo con una diversificazione degli orari di entrata/uscita non solo della scuola ma soprattutto delle attività pubbliche e lavorative in genere, riusciremo a contenere la diffusione del virus. Così come restano sul tavolo le criticità delle linee metropolitane e la disomogeneità dell’organizzazione in alcune aree del territorio nazionale”.
“La politica deve garantire il diritto costituzionale all’istruzione ma anche di muoversi nella massima sicurezza. Per questo il monitoraggio e il controllo da parte del ministero attraverso il tavolo di coordinamento con prefetture e Regioni dovrà essere costante per poter intervenire tempestivamente – in caso di necessità – e apportare gli opportuni correttivi. Per questo, il monitoraggio post ripartenza sarà fondamentale per capire come Regioni e Enti locali hanno risposto alle esigenze di questa fase, sia in termini di controlli sanitari scolastici sia per quanto riguarda l’adeguamento alle linee guida in tema di trasporto e di corretta comunicazione ai cittadini”, concludono i parlamentari pentastellati.



Go to Source