Servizi e innovazione, caccia ai talenti della Pubblica Amministrazione

Pubblicità
Pubblicità

ROMA – Sda Bocconi e Gruppo Gedi (editore di Repubblica) partono alla ricerca di progetti innovativi che stanno favorendo il rilancio della Pubblica Amministrazione.

La call to action – “Valore Pubblico: la Pubblica Amministrazione che funziona” – ha l’obiettivo di «stimolare e promuovere la condivisione delle buone pratiche», dimostrando che anche negli uffici pubblici c’è posto per i talenti e per investire nelle persone. L’idea alla base dell’iniziativa è di trovare, pubblicizzare e condividere le iniziative migliori che già sono state avviate.

La call to action cade in una fase di trasformazione della Pa, che punta a una piena digitalizzazione, ad offrire servizi migliori ai cittadini e alle imprese, a “mettere a terra” i progetti del Piano europeo di rilancio, Pnrr.

Le amministrazioni interessate, sia centrali che locali, possono candidarsi già da ora, entro il 28 febbraio 2022. Le valutazioni verranno effettuate tra il primo marzo e il 30 aprile 2022, e l’elenco delle amministrazioni selezionate verrà reso pubblico in un evento che si terrà a giugno, e al quale parteciperà anche il ministro della Pubblica Amministrazione Renato Brunetta.

L’iniziativa ha il patrocinio, oltre che della Funzione Pubblica, anche di Anci e Upi. Ci saranno poi anche altre opportunità per i vincitori di condividere le proprie esperienze e «ottenere visibilità all’interno della comunità di “buone pratiche” della Pa».

Il bando indica dieci categorie alle quali le pubbliche amministrazioni devono fare riferimento per i progetti da presentare. La prima è la Sostenibilità, che non solo è uno dei pilastri dei progetti del Pnrr, ma si lega anche all’Agenda 2030 dell’Onu.

C’è poi la Digitalizzazione, obiettivo verso il quale la Pubblica Amministrazione si sta muovendo già da tempo, cercando di costruire un migliore rapporto con l’utenza. Obiettivo che passa anche attraverso un’altra delle parole chiave, Semplificazione.

Alla semplificazione amministrativa è infatti dedicata una delle riforme chiave varate quest’anno dal governo. Seguono poi Diversità e Inclusione, e Lavoro e Sviluppo Economico/Imprenditoriale, categoria che include il dialogo con le imprese del territorio, ma anche le iniziative di lavoro agile e di formazione professionale.

Le altre categorie sono Nuove Fragilità, con particolare riferimento ai minori e agli anziani, Sport, Cultura e Turismo, Innovazione e Creatività, infine Innovazioni Gestionali.

Pubblicità

Pubblicità

Go to Source