Sinner vince ad Anversa, quarto titolo in stagione: è record

Pubblicità
Pubblicità

Jannik Sinner ha vinto l'”European Open”, il torneo Atp 250 di Anversa, in Belgio. Il 20enne altoatesino, numero 13 del mondo e testa di serie numero uno, ha battuto in finale con un doppio 6-2 l’argentino Diego Schwartzman, n.14 Atp e secondo favorito del tabellone. Per Sinner – che con questo successo resta in piena corsa per un posto per le Atp Finals in programma il prossimo mese a Torino – si tratta del quinto titolo in carriera, il quarto in questa stagione. Sinner diventa il primo italiano a vincere quattro tornei in una stagione. E da domani sarà n. 11 del ranking, a un passo dalla top ten.

Djokovic, il vaccino non vale uno Slam: “Non so se andrò a Melbourne”

“Mi sentivo bene dall’inizio e ho provato a spingere la palla contro un avversario solido come Diego, e penso di esserci riuscito abbastanza…”, le prime parole a caldo dell’altoatesino, visibilmente soddisfatto e sorridente. Nel primo testa a testa tra i due è stato Sinner nel terzo gioco, grazie ad alcune efficaci risposte, a procurarsi le prime chance di break, subito sfruttata con un diritto lungolinea vincente. Break confermato dall’azzurro con autorità (game a zero) per salire 3-1 e poi allungare ulteriormente togliendo di nuovo la battuta a Schwartzman.

Il 29enne di Buenos Aires ha tentato una reazione, ottenendo pure un paio di opportunità per recuperare uno dei due break, cancellate con decisione dall’altoatesino prima di issarsi sul 5-1. L’azzurro è arrivato subito ad avere due set-point (il primo concesso con un doppio fallo del sudamericano), annullati dal “Peque” che ha accorciato sul 2-5 però nel game successivo Sinner è volato sul 40-0 e al quinto set-point ha incamerato una prima dominata frazione, dopo 40 minuti.

Volandri: “Il tennis sta cambiando, l’Italia si prepari al dopo Federer”

Il copione non è cambiato nel secondo parziale, che si è aperto con un break a zero del tennista seguito da coach Riccardo Piatti, subito consolidato (2-0). Di fronte alla solidità del 20enne di Sesto Pusteria Schwartzman ha dato segnali di frustrazione e affossando un diritto in rete ha perso per la seconda volta la battuta, trovandosi sotto 4-1. Jannik nei suoi turni non ha concesso la minima chance al sudamericano: sul primo match point ha commesso doppio fallo, ma il secondo è stato quello buono, quando l’argentino ha messo lungo sull’ennesimo accelerazione dell’azzurro.

Pubblicità

Pubblicità

Go to Source