Snam piantato il primo albero di una foresta di 3 mila piante

Snam, piantato il primo albero di una foresta di 3 mila piante

Libero Quotidiano News
Pubblicità

Condividi:

21 novembre 2020

SAN DONATO MILANESE (MILANO) (ITALPRESS) – In occasione della Giornata nazionale degli alberi, Snam ha piantato nella propria sede di San Donato Milanese il primo albero di una foresta di oltre 3mila piante che nascerà nel 2021 e che l’azienda dedicherà a tutte le persone del Gruppo.L’iniziativa è promossa insieme ad Arbolia, la società benefit nata dalla collaborazione tra Snam e CDP per realizzare aree verdi nei territori italiani al fine di contribuire al contrasto ai cambiamenti climatici attraverso l’assorbimento delle emissioni di CO2 e al miglioramento della qualità dell’aria tramite l’abbattimento degli inquinanti.L’albero piantato nella sede di Snam è un carpino, specie autoctona della Pianura Padana in grado di assorbire fino a 140 kg di CO2 e 400 grammi di PM10 all’anno. La foresta, che i dipendenti hanno scelto di chiamare Snamwood a seguito di un sondaggio interno, sorgerà in una località che verrà individuata nei prossimi mesi e sarà composta da piante di specie autoctone. L’iniziativa vuole testimoniare l’impegno di Snam e di tutte le sue persone in favore della sostenibilità ambientale.Arbolia progetta, promuove e realizza iniziative di imboschimento e rimboschimento su terreni messi a disposizione dalla pubblica amministrazione e dai privati con il sostegno economico di aziende e privati, assumendosi inoltre gli obblighi di cura e manutenzione degli alberi per i primi due anni. Le attività di Arbolia hanno preso il via nelle ultime settimane a Parma dove, in collaborazione con l’amministrazione comunale, pianterà oltre duemila piante in un’area verde di 20 mila metri quadrati di proprietà del Comune.La forestazione ricopre un ruolo fondamentale per contrastare i cambiamenti climatici grazie alla capacità degli alberi di sottrarre la CO2 dall’atmosfera. A ciò si aggiungono benefici in termini di filtraggio degli inquinanti (tra cui il particolato), diminuzione delle temperature locali, contrasto al dissesto idrogeologico e regolazione dei flussi delle acque. Oggi in Italia esistono 12 miliardi di alberi, il 35% dei quali fa parte di foreste. Grazie alle piantumazioni potrebbero nascere circa 500mila nuovi alberi all’anno, rafforzando la biodiversità e rendendo i territori più vivibili e resilienti.(ITALPRESS).



Go to Source