Sofia Goggia: “Le parole della Quario? Non commento, sorvolo come in discesa”

Pubblicità
Pubblicità

“Non commento, preferisco non commentare. Se ho sentito la Brignone? Le ho fatto i complimenti per il bronzo appena sono scesa dall’aereo”. Sono le prime parole di Sofia Goggia all’arrivo all’aeroporto di Malpensa, di ritorno dai Giochi invernali di Pechino in cui ha conquistato uno straordinario argento in discesa, incalzata dalle domande sulle dichiarazioni polemiche della madre dell’altra sciatrice azzurra, Maria Rosa Quario, che ha parlato di ‘egocentrismo’ e di ‘un infortunio non grave’. “Preferisco glissare, come quando sorvolo in discesa libera che mi viene bene. Non voglio proferire parola e alimentare inutili questioni – ha aggiunto la campionessa bergamasca – La risonanza magnetica parla chiaro. Il medico che mi ha visitato mostra ai suoi praticanti il video della caduta di Cortina come esempio di come ci si rompe un crociato: la bontà di quel volo è chiara”.

Federica Brignone bronzo in combinata a Pechino 2022

“Medaglia incredibile, fatto qualcosa di grandioso”

Frecciate e polemiche che non scalfiscono comunque la portata dell’impresa compiuta dalla Goggia, poco più di tre settimane dopo il problema al ginocchio. “Porto a casa innanzitutto una medaglia incredibile, quando sono partita avrei firmato se me l’avessero detto, ma soprattutto la consapevolezza di aver fatto qualcosa di grandioso per me indipendentemente dal colore della medaglia – sottolinea Sofia tornando sul risultato colto a Pechino e guardando già alle prossime sfide – La gamba necessita ancora di tanta riabilitazione per acquisire forza, ora conto di riposarmi almeno un giorno e mezzo e poi ricominciare il percorso riabilitativo che avevo iniziato e che ho cercato di mantenere anche in Cina. E poi mercoledì andremo a Crans-Montana dove ci sono delle discese su cui voglio restare concentrata per portare a casa la coppa del mondo. Mi ha veramente riempita di gioia l’affetto degli italiani, vale più di una vittoria perché significa aver lasciato qualcosa nel cuore delle persone, forse non solo per i risultati sportivi, ma per la ragazza che sono”.

L’ex sciatrice Quario, mamma di Brignone, contro Goggia: “Infortunio non grave, è un’egocentrica”

“Shiffrin? Dovevo darle anche sci slalom”

Sollecitata dai cronisti, la Goggia commenta anche il gesto di aver dato i suoi sci di discesa alla statunitense Mikaela Shiffrin per la combinata. “Con il senno di poi le avrei dato anche gli sci da slalom: scherzi a parte, la Shiffrin mi ha ricordato un po’ la Biles a Tokyo 2020. Il campione che è sempre campione, che ha sempre fatto tutto per fare la differenza, poi è uscita in slalom, in gigante cosa mai capitata. E’ una brava ragazza, una grande campionessa”, afferma l’azzurra, precisando che non ha mai usato in gara quegli sci, perché “il mio sci 27, il mio ‘bambino’, ormai è consumato”. La ditta Atomic, marca degli sci della Goggia e della Shiffrin, ha provato il tutto per tutto per cercare di aiutare la statunitense a rialzarsi dopo le delusioni delle gare olimpiche, ma anche in combinata, uscendo nello slalom, non sono arrivati i risultati sperati. “Ho incontrato la madre della Shiffrin una volta, le ho detto ‘Eileen sono solo gare di sci. Non cambia il suo valore umano, lei gli ori li ha’. Brucia e fa male, è quello per cui lavoriamo e viviamo ma bisogna riuscire a dare leggerezza a quello che sembra un peso insostenibile”.

Sofia Goggia e l’argento ‘impossibile’: “Ispirata da una sorta di luce”

Quario: “Sofia egocentrica, mai amica con Federica”

Nella giornata di ieri Maria Rosa Quario, ex sciatrice e madre di Federica Brignone aveva commentato l’argento della Goggia in discesa libera dopo quello della figlia nel gigante delle Olimpiadi di Pechino. “Sofia Goggia è molto egocentrica, ha una determinazione impressionante ma il suo infortunio non era così grave perché è tornata dopo 23 giorni e se uno si rompe una gamba non credo che possa tornare in pista dopo 23 giorni – le parole pronunciate da ‘Ninna’ ai microfoni di Radio Capital – Sofia si vede molto al centro dell’attenzione, si piace, si loda tanto e gode. Cerca attenzione da morire. Federica invece è timida e non le importa piacere alla gente.Sofia e Federica non sono mai state amiche, non si sono mai prese. Goggia ultimamente ha detto che sono amiche, ma non è vero”. Giudizi ribaditi anche in un articolo pubblicato oggi su ‘Il Giornale’, testata con la quale la Quario collabora ininterrottamente dal 1986. Un articolo, che secondo il punto di vista dell’autrice, vuole anche mettere in evidenza la differenza fra il ruolo di giornalista e quello di madre di Federica Brignone, due aspetti che Maria Rosa Quario ha sempre saputo tenere ben separati”, come hanno spiegato fonti vicine all’ex atleta.

Pubblicità

Pubblicità

Go to Source