Sofía Jirau, la prima modella con sindrome di down scelta da Victoria’s Secret

Pubblicità
Pubblicità

La modella portoricana Sofía Jirau ha annunciato via Instagram di essere entrata a far parte delle scuderie di Victoria’s Secret. È la prima volta che il celebre brand di lingerie ingaggia una modella con sindrome di down: “Un tempo l’ho sognato, ci ho lavorato, oggi quel sogno si avvera”, ha scritto sui social la giovane. “Sono la prima modella con sindrome di down a far parte di Victoria’s Secret!”.

Sofía Jirau è stata scelta come testimonial della campagna Love Cloud, nella quale 18 donne – tra cui Devyn García, Adut Akech, Paloma Elsesser, Sabina Karlsson – sono chiamate a rappresentare una svolta nell’immaginario del brand, in passato spesso tacciato di scarsa inclusività (per usare un eufemismo). “Love Cloud segna una tappa cruciale nell’evoluzione del brand” ha dichiarato Raúl Martinez, Head Creative Director del marchio di lingerie. “Dal cast di donne incredibili, allo spirito inclusivo che si è respirato sul set, questa campagna rappresenta un nuovo standard per Victoria’s Secret”.

Venticinquenne, Sofía Jirau è diventata celebre nel 2020, quando ha calcato le passerelle della New York Fashion Week. “Grazie a tutti per il supporto dato a me e ai miei progetti. Grazie a Victoria’s Secret per avermi visto come una modella #nolimits e per avermi ingaggiato per la campagna inclusiva Love Cloud Collection”, ha proseguito la modella su Instagram. “Questo è solo l’inizio. Dentro e fuori non ci sono limiti”.

Victoria’s Secret non è un brand inclusivo. ”È fuori dalla storia degli ultimi 30 anni”. Ma i numeri dicono il contrario

Pubblicità

Pubblicità

Go to Source