Sondaggi politici, la Lega sale e Forza Italia scende: stacco di un punto e mezzo. Piccolo segnale d’allarme per il Pd

Pubblicità
Pubblicità

Da diversi mesi il consenso ai partiti fa registrare poche variazioni. Lo dimostra anche l’ultima Supermedia Agi/YouTrend (la penultima prima della pausa estiva) che segnala, anche questa volta, minime variazioni.

Ma gli occhi restano puntati sul centrodestra. L’unico dato rilevante è il piccolo travaso di voti da Forza Italia alla Lega conseguenza dello sgonfiamento ‘fisiologico’ del partito di Silvio Berlusconi dopo il picco registrato a giugno per la scomparsa del fondatore. Così in due settimane, se FdI rimane il primo partito 28,7% (-0,2), tra Lega e Forza Italia lo stacco cresce: il partito di Matteo Salvini continua a salire, ora al 9,2% (+0,5) mentre gli azzurri ora guidati dal segretario Antonio Tajani perdono lo 0,6 e scendono al 7,6%. un punto e mezzo, 1,6, di distanza. 

E gli altri partiti? Mettendo a confronto il dato odierno con quello di un mese fa emerge un immobilismo. Si registra un piccolo segnale d’allarme per il Pd, che si ‘adagia’ sul filo del 20%, soglia sotto la quale non era mai risceso dopo le prime settimane successive alla vittoria alle primarie di Elly Schlein.

Supermedia liste

FdI 28,7 (-0,2)

Pd 20,0 (-0,2)

M5S 15,9 (+0,1)

Lega 9,2 (+0,5)

Forza Italia 7,6 (-0,6)

Azione 3,7 (+0,1)

Verdi/Sinistra 3,1 (+0,1)

Italia Viva 3,0 (=)

+Europa 2,3 (=)

Italexit 1,9 (=)

Unione Popolare 1,7 (+0,2)

Noi Moderati 0,9 (-0,1)

Supermedia coalizioni

Centrodestra 46,4 (-0,4)

Centrosinistra 25,5 (=)

M5S 15,9 (+0,1)

Terzo Polo 6,7 (+0,1)

Italexit 1,9 (=)

Altri 3,6 (+0,2)

Pubblicità

Pubblicità

Go to Source

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *