Spari e paura a Reggio Emilia, cinque feriti. Uno grave. Arrestato il colpevole: “Sono stati maleducati”

La Republica News

BOLOGNA.  La Polizia di Stato di Reggio Emilia ha arrestato per tentato omicidio plurimo e detenzione illegale di arma comune da sparo, l’uomo che ieri sera tardi ha esploso nove colpi di pistola  in pieno centro a Reggio Emilia all’indirizzo di un gruppo di giovani, di cui 5 sono rimasti feriti, uno in condizioni serie. “Sono stati maleducati” ha detto lo sparatore, ammettendo il fatto.Tutto sembra essere nato da un litigio scoppiato in strada per motivi banali, avvenuto poco prima, tra un 43enne e un gruppo di giovani. Poi l’uomo, Gaetano Lombardi, residente a Reggio Emilia, che non conosceva le vittime prima di ieri sera, si sarebbe allontanato per poi ritornare e esplodere contro il gruppo nove colpi con una pistola Beretta calibro 6,35, risultata rubata in provincia di Reggio Calabria.E’ stato arrestato per tentato omicidio plurimo e detenzione illegale di arma comune da sparo. Risulta avere precedenti per stalking. La squadra mobile guidata da Guglielmo Battisti, attraverso l’esame del sistema di videosorveglianza e l’ascolto dei testimoni presenti, alcuni dei quali hanno ripreso e fotografato le fasi della sparatoria, lo ha identificato e successivamente rintracciato. In una perquisizione in casa è stata trovata l’arma e sono stati sequestrati gli indumenti utilizzati al momento del fatto.Paura a Reggio Emilia, spari in pieno centro: i colpi e la fugain riproduzione….Condividi  


Go to Source

Commenti l'articolo

Rispondi