Speranza, “Su vaccinazione eterologa studi incoraggianti, risposta addirittura migliore”

Pubblicità
Pubblicità

Il ministro della Salute, Roberto Speranza durante il punto sulle vaccinazioni anti-Covid ha spiegato che “il tasso di incidenza si è trasformato in medio e poi basso e dunque i nostri scienziati danno nuove indicazioni che sono assunte unanimemente e che dobbiamo assolutamente rispettare. Anche per Johnson&Johnson già era vigente una raccomandazione e penso che queste indicazioni le dobbiamo assumere tutte pienamente e che consentono di affrontare questa seconda parte della campagna di vaccinazione”. Aggiungendo poi come “in questo momenti ci sono indicazioni che limitano l’uso di AstraZeneca e noi le abbiamo assunte in modo perentorio, quindi AstraZeneca in Italia sarà ancora utilizzato ma è chiaro che c’è una limitazione di utilizzo, poi c’è una discussione a livello europeo sugli acquisti per prossimi anni e c’è un orientamento verso i vaccini a mRNA”. Il ministro ha quindi sottolineato: “Quanto alla vaccinazione eterologa ci sono studi incoraggianti  che indicano una risposta addirittura migliore. Come sempre dobbiamo affidarci ai nostri scienziati”.

Pubblicità

Pubblicità

Go to Source