Spezia-Cagliari 2-1: Piccoli-Maggiore, vittoria salvezza. Il Var stoppa i sardi

Pubblicità
Pubblicità

LA SPEZIA – Vittoria salvezza per lo Spezia che all’Alberto Picco batte il Cagliari 2-1 e porta a 7 il vantaggio sulla terz’ultimo posto occupato proprio dai sardi. Una gara ricca di emozioni, con finale thrilling che consegna ai liguri tre punti pesantissimi e mette nei guai i sardi: domani il Torino, se dovesse battere la Sampdoria al Ferraris, porterebbe il proprio vantaggio sui rossoblù a 4 lunghezze con la gara con la Lazio ancora da recuperare.

<<La cronaca della gara>>

Zoet tiene in vita lo Spezia

Semplici perde Ceppitelli per un problema al polpaccio, al suo posto torna tra i titolari Klavan. Tornano Lykogiannis e Pavoletti, con Simeone che va in panchina. Tra i bianconeri, invece, recupera Nzola che parte, però, dalla panchina, lasciando spazio a Piccoli, mentre a centrocampo gioca Pobeca con Maggiore e Ricci, fresco di convocazione in nazionale. I primi acuti sono tutti del Cagliari e portano la firma di Joao Pedro. Il brasiliano scalda i guanti a Zoet dopo neanche 2′ con un destro dagli 11 metri al termine di un bello scambio firmato Pavoletti-Marin. La sfida tra i due si rinnova poco dopo e a vincerla è ancora il portiere olandese che chiude bene sul primo palo su un colpo di testa del 10 rossoblù. L’ex Santos ci riprova subito dopo, ma la sua conclusione da fuori questa volta sfiora soltanto la porta. Col passare dei minuti lo Spezia prende le misure ai sardi e inizia a farsi vedere dalle parti di Cragno. Il più pericoloso è l’ex Farias prima con un destro da posizione defilata che il numero uno rossoblù blocca, poi con una punizione centrale di facile lettura per il portiere ospite.

Piccoli sblocca il match

Nella ripresa partono meglio i padroni di casa che sfiorano il vantaggio con Piccoli, bravo a inserirsi tra Klavan e Rugani, meno bravo nella conclusione con la palla che esce di poco. Sono le prove del gol che arriva 60″ più tardi: cross dalla destra di Gyasi e colpo di Piccoli che si infila nel palo più lontano. Clamoroso, però, l’errore di Klavan che svirgola consegnando la palla all’italo-ghanese. Il Cagliari accusa il colpo, non riesce più a farsi vedere nella trequarti avversaria se non con lanci lunghi per Pavoletti, in serata decisamente negativa. Poi al 69′ Semplici decide di dare una scossa ai suoi con l’ingresso in campo di Gaston Pereiro e Simeone (proprio per il Pavo) e il Cagliari cambia volto. L’ingresso del Cholito, infatti, dà dinamicità all’attacco e costringe i sardi a giocare palla a terra.

Cuore Cagliari, ma non basta

Proprio l’ex Fiorentina 5′ dopo il suo ingresso affonda in area sulla destra, vede al centro Gaston Pereiro che calcia a colpo sicuro trovando Zoet che con un miracolo salva tutto. Due giri di lancette più tardi proprio Simeone, servito in direzione degli 11 metri da Joao Pedro, calcia clamorosamente alle stelle imprecando subito dopo contro una zolla. Nel momento migliore dei sardi, però, lo Spezia trova il gol del 2-0 con Maggiore e con un pizzico di fortuna, perché il numero 25 bianconero colpisce malissimo al volo su cross laterale di Bastoni, la palla prende uno strano rimbalzo e scavalca Cragno beffandolo. Il Cagliari risponde con Gaston Pereiro che, sugli sviluppi di un corner raccoglie una sponda di Tripaldelli e riapre la partita. Il 2-1 infiamma l’anima dei sardi che nel finale sbattono ancora su Zoet, decisivo sul sinistro ravvicinato di Nandez. L’uruguaiano trova poi il gol sull’azione seguente, ma Mariani annulla per fuorigioco. In pieno recupero arriva il pareggio di Joao Pedro dopo un lungo assedio rossoblù. L’urlo al cielo del brasiliano, però, viene strozzato dal Var: altro offside, questa volta del Cholito, decisivo nell’azione. Non è l’ultima emozione, perché allo scadere Cragno con una parata meravigliosa su Farias evita un beffardo 3-1.

SPEZIA-CAGLIARI 2-1 (0-0)
SPEZIA (4-3-3)
– Zoet; Ferrer, Erlic (81′ Agoume) , Ismajli, Marchizza (46′ Bastoni); Pobega (55′ Leo Sena), Ricci, Maggiore (82′ Acampora); Gyasi, Piccoli (67′ Nzola), Farias. A disp: Rafael, Terzi, Chabot, Dell’Orco, Vignali, Agudelo, Verde. All.: Vincenzo Italiano
CAGLIARI (3-5-2) – Cragno; Klavan (81′ Tripaldelli), Godin, Rugani; Nandez, Marin, Duncan (81′ Cerri), Nainggolan, Lykogiannis (70′ Pereiro); Joao Pedro, Pavoletti (69′ Simeone). A disp: Aresti, Vicario, Walukiewicz, Carboni, Calabresi, Asamoah, Zappa, Deiola. All.: Leonardo Semplici
ARBITRO: Maurizio Mariani (Aprilia)
MARCATORI: 49′ Piccoli (S), 80′ Maggiore (S), 83′ Pereiro (C)
NOTE: Ammoniti: Farias (S), Nainggolan, Joao Pedro (C). Recupero: 2′,4′.

Pubblicità

Pubblicità

Go to Source